Home > Almanacco quotidiano > 13 giugno 1948 – Nasce a Rimini Gianfranco Sarti, il “vigile” della difesa biancorossa

13 giugno 1948 – Nasce a Rimini Gianfranco Sarti, il “vigile” della difesa biancorossa

C’è il Vigile, in area non si passa: è Sarti, bandiera del Rimini Calcio e della stessa città di Rimini. Calciatore e vigile urbano, tante volte in divisa a portare il gonfalone municipale.

Gianfranco Sarti prima dei proverbiali baffi

Gianfranco Sarti prima dei proverbiali baffi

Gianfranco Sarti nasce a Rimini il 13 giugno 1948.  Da ragazzo gioca nel Colonnella fino a quando a 17 anni, nel 1965, il Rimini lo compra per 100 mila lire. Da allora non lascerà più la maglia biancorossa. Il suo lavoro è però quello del vigile urbano; farà parte della sezione infortunistica, impegnata a portare soccorso in occasione degli incidenti stradali.

sarti-vigile

Sarti è il classico libero d’altri tempi: rude nel tocco, comanda la difesa, spazza ogni minaccia, chiude ogni falla, di rado imposta o si avventura oltre la metà campo, rifugge da ogni fronzolo o rischio inutile. Puntuale nella copertura, grande abilità nel gioco aereo, Sarti senza essere un fuoriclasse pare interpretare il ruolo proprio con la precisione e l’affidabilità di chi deve regolare il traffico. La fascia di capitano sarà il naturale riconoscimento al giocatore come all’uomo: serio, modesto, votato al gruppo senza il minimo tentennamento.

Sarti in una caricatura della stagione 1974-75

Sarti in una caricatura della stagione 1974-75

Il campionato di Serie C 1966-1967 è il primo che disputa in prima squadra. Anno dopo anno, all’inizio della stagione, Sarti si ritrova relegato in panchina da nuovi acquisti dalla fama altisonante, giunti spesso a caro prezzo per rinforzare la squadra. E ogni volta, invariabilmente, Sarti con dedizione e senza polemiche riconquista silenziosamente il posto in squadra, dimostrando sul campo che di lui non si può fare a meno. Arriverà a vincere il campionato di Serie C 1975-1976 e disputare le ultime due stagioni da professionista in Serie B, totalizzando 65 presenze nella serie cadetta. Lascia la squadra al termine del campionato di Serie B 1977-1978, terminato con una salvezza.

Sarti spazza l'area in un Rimini-Parma del 1975-76

Sarti spazza l’area in un Parma- Rimini del 1975-76

Chiusa la carriera da calciatore, ha qualche esperienza come allenatore delle giovanili, pur continuando a lavorare come vigile urbano.

Fino all’aprile del 2017 ha detenuto il record assoluto di presenze ufficiali con la maglia biancorossa con 339 partite all’attivo, superate solo dal nuovo primato di Adrián Ricchiuti.

Al suo nome è intitolato un club di tifosi del settore distinti, così come gli è stato dedicato un busto in terracotta collocato all’ingresso della tribuna centrale dello stadio Romeo Neri.

Busto_di_Gianfranco_Sarti

Gianfranco Sarti è scomparso nel 2002 a seguito di una malattia incurabile.

(gran parte delle foto sono tratte da “Rimini 100” – Una Storia Biancorossa )

Scroll Up