Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Anche Augeo alle celebrazioni del Cinema Fulgor di Rimini

Anche Augeo alle celebrazioni del Cinema Fulgor di Rimini

In occasione del compleanno di Federico Fellini che si festeggerà a cavallo della mezzanotte tra venerdì 19 e sabato 20 gennaio e che ufficialmente darà il via agli eventi per l’inaugurazione del cinema Fulgor, Augeo Art Space parteciperà con l’apertura notturna straordinaria (fino a mezzanotte) della galleria d’arte contemporanea di corso d’Augusto a pochi passi dalla sala cinematografica dedicata al grande Maestro.

“La notte dei sogni, buon compleanno Federico” è il titolo della serata di venerdì 19 gennaio che si terrà in Augeo in collaborazione con il circolo culturale Lola Langusta. Il pubblico potrà visitare gratuitamente la collettiva fotografica internazionale PH Neutro Collection. In mostra, gli scatti dei più grandi autori del panorama mondiale.

Il programma della galleria partirà dalle 19.30 e proseguirà oltre la mezzanotte con una serata dedicata all’arte, alla musica e al gusto. Palazzo Spina aprirà le porte a una kermesse in collaborazione con il cocktail bar Lola Langusta, il luogo d’incontro di grande charme situato nella corte interna della Galleria Gorza a pochi passi dall’Arco d’Augusto.

Venerdì, Augeo e Lola uniti dal decumano romano e da una serata in Augeo di grande fascino.

Dalle 19.30 Lola Langusta proporrà una selezione di esclusivi finger food & cocktails sottolineati da una selezione musicale creata per l’evento dal dj Luis Ferri. Un viaggio nel mondo della cinematografia del grande maestro Federico Fellini incorniciato dall’arte esposta in Augeo.

Dalle 21.30 l’ensemble di musicisti professionisti dell’associazione culturale Gan Eden suonerà nell’affascinante cornice della mostra. Un concerto dal vivo eseguito in formazione di quartetto composto da Karsten Braghittoni flauto traverso, Carlo Barezzi oboe e corno inglese, Serena Fava pianoforte, Francesco Barezzi fagotto e che avrà come fil rouge le musiche composte per le pellicole di Federico Fellini dal Maestro Nino Rota.

Scroll Up