Home > Politica > Bellaria. E’ rottura in maggioranza. Rischio commissariamento

Bellaria. E’ rottura in maggioranza. Rischio commissariamento

Anche il consiglio comunale di ieri, convocato in via straordinaria per fare subentrare il nuovo consigliere comunale di Forza Italia, Marco Nanni, in sostituzione di Cristina Zanotti, nominata assessore, ha dato esito negativo.

Il risultato finale è stato di otto a otto, con Ncd che ha votato con la minoranza. Ora appare evidente che non si tratta di un atto tecnico ma di una vera e propria spaccatura nella maggioranza di centro destra di Bellaria.

Il Nuovo Centro Destra di Bellaria non ha condiviso la scelta di nominare Cristina Zanotti assessore ed ora sta bloccando l’attività del Consiglio Comunale. Infatti, per legge, il consiglio comunale per poter deliberare deve essere con tutti i componenti previsti per legge. Sino a quando non è ristabilito il plenum del consiglio comunale, non è possibile procedere alle votazioni sulle delibere.

Questo sta comportando il blocco totale dell’attività dell’amministrazione comunale di Bellaria. Se non si risolve rapidamente la crisi dentro la maggioranza di centro destra vi è anche il rischio del commissariamento.
Infatti entro fine aprile va votato il bilancio consuntivo del Comune altrimenti, il consiglio comunale decade e viene nominato un commissario prefettizio. Sono possibile proroghe da parte del Prefetto ma in quadro di possibilità concrete di risoluzione della crisi politica.

Il motivo della polemica di Ncd con la nomina dell’assessore Zanotti è spiegata in questo modo: “in capo alla Zanotti – osserva Ncd – restano: dimissioni da assessore nel precedente mandato, con medesimo sindaco e maggioranza con motivazioni tuttora incognite; voto contrario alla maggioranza in questo mandato su uno dei punti principali del programma, la fattibilità di un grande centro commerciale. Con accuse di creare una città dormitorio, che accusava il nostro Comune e di rimando il nostro assessore Marzia Domeniconi; voto di astensione sull’ordine del giorno Pd sul ripristino della vecchia pescheria sul porto”. Ora ci chiediamo, cosa è cambiato da questi fatti e per quale ragione viene nominata assessore”

Ugo Baldassarri capogruppo del Pd in consiglio comunale osserva che in questo momento la maggioranza non c’è più. “Non è responsabilità della minoranza per questa situazione.”

Scroll Up