Home > Ultima ora economia > Cda Carim: Gardini e Guatioli entrano per la Fondazione

Cda Carim: Gardini e Guatioli entrano per la Fondazione

Tutto come da copione all’Assemblea dei soci di  Cassa di Risparmio di Rimini, che ha proceduto oggi alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Collegio Sindacale.

Il Presidente è Guido Corradi, mentre diventa Vice Presidente Roberto Ghisellini entrambi appartenenti alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma.
Entrano in Consiglio di Amministrazione anche Andrea Mora, Matteo Bianchi, Massimo Tripuzzi anch’essi appartenenti alla lista di espressione Crédit Agricole Cariparma e Matteo Guaitoli nonché Attilio Gardini appartenenti alla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

Il Direttore Generale rimane Giampaolo Scardone.

Il Presidente del Collegio Sindacale è Paolo Alinovi, con Stefano Lottici e Luca Mariani sindaci effettivi, i primi due appartenenti alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma e il terzo nominato dalla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini mentre sindaci supplenti sono Angelo Gilardi e Claudio Venturini, il primo appartenente alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma e il secondo nominato dalla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione e il Direttore Generale avvieranno l’implementazione del Piano Industriale, focalizzato al rilancio e alla crescita dei segmenti famiglie e imprese sul territorio.

Nello specifico, il piano prevede nuovi finanziamenti all’economia pari a circa 1,2 Mld € nell’arco del triennio 2018-2020, con una crescita media del 15% circa, superiore alle stime di mercato che prevedono un incremento medio degli impieghi nell’intervallo 1-1,5%. Il Piano industriale prevede importanti investimenti da parte del Gruppo per lo stesso triennio 2018-2020 per lo sviluppo di nuovi modelli di filiale, nuovi prodotti e l’adozione dei sistemi informativi del Gruppo. Si stima che gli investimenti e i volumi di credito erogati sul territorio si traducano in una crescita dei clienti della Banca del 30% nell’arco dei tre anni.

Scroll Up