Home > Cronaca > Costume > Fantacalcio a Rimini, riparte la stagione

Fantacalcio a Rimini, riparte la stagione

Centomila. Tanti sono stati in Italia quelli che nel 2016 hanno giocato a Fantacalcio, impegnatissimi a organizzare e gestire squadre virtuali. Una Lega esiste anche a Rimini ed è composta da 14 persone. Ma come si gioca Fantacalcio? E perché appassiona tanto? Ci spiega tutto Andrea Urbinati, 42 anni, riminese doc, Fantamanager e web master del sito www.fantacalciorimini.it.

webmaster

Andrea Urbinati, Fantamanager

Quando è stata creata la vostra Lega?

«La Lega Fantacalcio Rimini è nata esattamente 20 anni fa».

Da quante persone è composta?

«La nostra lega è attualmente composta da 14 componenti che disputano il torneo; tra questi ci sono 3 persone che si occupano di stilare i calendari annuali e di fare i conteggi settimanali, una persona si occupa della gestione dei costi e un quinto componente si occupa della gestione del sito web www.fantacalciorimini.it».

Quante squadre fanno parte di questa lega?

«Il numero di squadre è pari a 14, ovvero un team in rappresentanza di ogni fantamanager».

Come si gioca e quali sono le regole?

«Le regole sono liberamente ispirate a quelle stabilite dal regolamento della Gazzetta dello Sport e vengono annualmente riviste per apportare eventuali migliorie previo avallamento di tutti i fantamanager. La nostra lega, per rendere più spettacolare il torneo, ha deciso di non svolgere solo il fantacampionato ma ha creato diverse fantacoppe affinché tutti i fantamanager abbiano maggiori possibilità di vincere qualche trofeo. I trofei sono reali e vengono aggiornati annualmente con il nome del vincitore; rimane nelle sue mani per tutto il periodo in cui questi è il detentore del titolo e poi avviene il passaggio di consegne. All’ex detentore, comunque, rimane una versione in miniatura della coppa conquistata.
Il regolamento è diversificato per ogni competizione e un dettagliato riepilogo di tutte le regole è pubblicato sul nostro sito web».

I Fantamanager all'opera per la stagione 2

I Fantamanager all’opera per la stagione 2017-18

Se doveste spiegare le regole di questo gioco a chi non ci ha mai giocato, come lo descrivereste?

«Si tratta di un gioco fantasy sport sul calcio consistente nell’organizzare e gestire squadre virtuali formate da calciatori reali, scelti fra quelli che giocano il campionato di calcio italiano di serie A. La regola cardine è che ogni fantasquadra ottiene punti in base ai voti attribuiti dai giornalisti della Gazzetta dello Sport ai calciatori durante le gare reali della serie A. Al raggiungimento di un certo punteggio si ottiene un gol per la fantasquadra, 66 punti equivale a 1 gol, poi ogni 6 punti ulteriori matura un altro gol. Ovviamente si aggiudica la partita la fantasquadra che ha ottenuto il maggior numero di reti».

Cosa rappresenta questo gioco per voi?

«Non è solo un semplice gioco ma è un vero e proprio momento di aggregazione. I ritmi di lavoro e gli impegni familiari lasciano sempre meno spazio ai momenti di svago per cui il fantacalcio è diventato un’ottima occasione per ritrovarci periodicamente e organizzare allegre cene in compagnia».

cena

Sono molti, a Rimini, che continuano a giocare a Fantacalcio?

«A Rimini, come nel resto d’Italia esistono tantissimi gruppi di Fantacalcio e infatti, ogni tanto, riceviamo via email qualche proposta di aggregazione e/o gemellaggio da altre leghe fantacalcistiche».

In questi 20 anni di attività, la vostra lega è cresciuta?

«La nostra lega nel corso di questi 20 anni si è ampliata molto. Inizialmente i membri che la componevano erano 8 e c’era un unico fantatorneo, mentre attualmente ci sono ben 14 fantamanager e le competizioni sono diventate 8: un fantacampionato e 7 fantacoppe».

Perché, secondo voi, questo gioco è cosi tanto amato?

«Si tratta di un gioco molto semplice che permette di divertirsi con gli amici e dato che in Italia il calcio è lo sport più celebrato, con il fantacalcio ogni italiano ha trovato l’occasione giusta per divertirsi in prima persona».

Nicola Luccarelli

Fantamercato stagione 2017/2018
Una delle consuete cene di ritrovo

Ultimi Articoli

Scroll Up