Home > Ultima ora sport > Mondosquash Riccione, seconda campagna di crowdfunding per “rimanere in campo”

Mondosquash Riccione, seconda campagna di crowdfunding per “rimanere in campo”

Inizia ufficialmente la seconda campagna di crowdfunding online per aiutare il Mondosquash Riccione a rimanere in campo. Dopo l’innovativa iniziativa avviata nella passata stagione, riparte la raccolta fondi per sostenere uno sport coinvolgente e appassionante che vuole continuare a esistere e ritagliarsi un posto al sole. Le regole sono molto semplici. Chiunque volesse contribuire a una donazione libera (non c’è un minimo e nemmeno un massimo), non deve fare altro che collegarsi direttamente al link https://www.produzionidalbasso.com/project/aiutateci-a-restare-in-campo-1/

oppure accedere al portale “produzionidalbasso.com”, digitare “mondosquash” ed effettuare la ricerca. Una volta entrati nella pagina, basterà cliccare sopra “sostieni questo progetto”, inserire una cifra, cliccare “partecipa”, indicare il metodo di pagamento (carta di credito o bonifico) e poi confermare. A chi farà un’offerta di cinquanta euro, verrà simbolicamente regalata la maglia griffata Mondosquash (sulla stessa pagina c’è lo spazio apposito).

Un’iniziativa ideata dalla mente del Mondosquash, il presidente Alain Barnham, nata guardando le serie televisive americane e navigando in rete. La sua passione per questa splendida disciplina è contagiosa. Basta solo qualche numero per far capire che lo squash a Riccione è una realtà in forte espansione. Attualmente i tesserati del “Mondo” sono 91 tra settore giovanile e adulti. Nella recente storia della società (l’attività giovanile è inizia ufficialmente nel 2012), il palmares parla già di 15 titoli italiani conquistati nelle varie categorie (12 individuali e 3 a squadra). Ma non si riassume tutto con le medaglie. Perché i risultati vedono prima di tutto la crescita della persona e dell’atleta in un ambiente sano, dove si vive un clima familiare.

I giovani sono il fiore all’occhiello del progetto, il punto cardinale. Non è un caso che il presidente Alain Barnham assieme al suo staff sia già da tre anni impegnato costantemente nelle scuole del territorio per promuovere questa energica disciplina. Attualmente il progetto si è ampliato e il Mondosquash svolge la sua attività con 2560 alunni. Una mission gratificante, una sfida stimolante, ma che ovviamente ha dei costi tra trasferte, materiale tecnico, trasporto, iscrizioni a campionati, tornei, affitti dei campi eccetera. Oltre alle manifestazioni già svolte, il Mondosquash prossimamente sarà impegnato nel campionato italiano assoluto (serie A), in quello di Prima categoria e nella Coppa Italia. Senza dimenticare tutte le altre tappe intermedie.

Per proseguire e continuare a crescere c’è bisogno ovviamente dell’aiuto di tutti, anche perché attualmente il Mondosquash non riceve sovvenzioni di nessun tipo dal Comune. Ecco allora l’idea di rilanciare la raccolta fondi, che sarà attiva per 320 giorni e permetterà appunto a chiunque di effettuare la sua donazione libera per sostenere l’attività. “Il risultato della passata stagione è stato buono – racconta il presidente Alain Barnham – ma aveva un grosso limite, ovvero degli standard alti di donazione. Abbiamo deciso quindi di cambiare il format e l’auspicio è di ricevere magari poco, però da tante persone. Speriamo che il movimento continui a crescere sempre di più, Mondosquash Riccione è una delle poche realtà italiane incentrata specialmente sull’attività giovanile. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per rimanere in campo”.

Scroll Up