Home > Politica > Nido “Bruco verde”, lettera aperta delle mamme: “Amministrazione assente”

Nido “Bruco verde”, lettera aperta delle mamme: “Amministrazione assente”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta che le mamme dei bambini del “Bruco Verde” hanno inviato a Chiamamicitta.it.

“I genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido Bruco Verde, via Sacco e Vanzetti 11, Viserba di Rimini, sono delusi da un’amministrazione assente.

I fatti risalgono ad Ottobre 2017 quando qualche mamma è venuta a conoscenza, tramite vie traverse, e quindi senza comunicazioni ufficiali, che l’asilo in questione non avrebbe concesso la continuità del servizio scolastico come centro estivo per il mese di Luglio 2018, come invece succedeva ormai da anni.

I genitori quindi, sorpresi per la notizia, seppur non confermata, hanno cominciato immediatamente a prendere contatti con gli uffici dell’Ente responsabile del servizio scolastico: l’ASP Valloni Marecchia, il quale, sempre tramite colloqui individuali e informali, ha fatto intendere che per il 2018 ci sarebbero stati dei problemi di natura economica per la gestione dell’asilo nido Bruco Verde per il mese di Luglio.

A quel punto i genitori hanno voluto immediatamente manifestare il proprio dissenso nell’escludere la possibilità di prolungare il servizio scolastico come centro estivo per il mese di luglio, organizzando, in poco tempo, una raccolta firme per richiedere espressamente l’apertura dell’asilo per Luglio 2018 e ovviamente ottenere dall’amministrazione responsabile del servizio un chiarimento in merito.
Le firme raccolte sono state più di 30 e comprendono le famiglie delle 2 sezioni del Bruco Verde, per un totale di 37 bambini.

Non di meno, considerato che il Comune di Rimini detiene un ruolo importante nella gestione dell’Asilo nido Bruco Verde (il Comune detiene il 76% del Patrimonio dell’Ente ASP Valloni Marecchia), si è cercato di prendere contatti anche telefonici con l’Assessore alla scuola e politiche educative del Comune di Rimini, Mattia Morolli, in quanto si è sempre dimostrato disponibile ad ogni tipo di confronto. L’Assessore, venuto a sapere dunque, nel mese di Ottobre 2017, delle problematiche emerse per l’Asilo Nido Bruco Verde, ha però temporeggiato chiedendo ai genitori di ritardare la trasmissione della richiesta di chiarimenti all’Asp Valloni Marecchia promettendo di dare una risposta in breve tempo.

Dopo un mese di silenzio, durante il quale le classi del Bruco Verde hanno anche partecipato alle riunioni di gruppo con le maestre di sezione senza però la partecipazione, seppur non obbligatoria, di un portavoce dell’amministrazione dell’Ente ASP Valloni Marecchia che avrebbe potuto chiarire le problematiche emerse, i genitori, di comune accordo, hanno deciso di trasmettere la richiesta del prolungamento del servizio scolastico per il mese di Luglio, con allegata la raccolta firme, presso gli uffici responsabili dell’ASP Valloni Marecchia ed inviarla in copia anche al Comune di Rimini (pec del 29 novembre 2017).

Nel frattempo alcune mamme hanno preso contatti telefonici con la Dott.ssa Catania dell’Ente ASP Valloni Marecchia, la quale non ha mai confermato né smentito chiaramente le notizie sul centro estivo per il mese di Luglio e promettendo sempre di rispondere formalmente alla lettera, più che ufficiale, trasmessa dalle famiglie dei bambini che frequentano l’asilo in oggetto.

Dopo l’invio di una seconda pec di sollecito per la richiesta del centro estivo, inviata il 15 febbraio 2018, ad oggi, 12 marzo 2018, possiamo con amarezza affermare che la lettera trasmessa all’ASP Valloni Marecchia non ha avuto nessuna risposta ufficiale e nemmeno il Comune di Rimini e l’Ass. Mattia Morolli hanno voluto prendere sul serio una richiesta più che legittima, addirittura l’Assessore ha fatto capire ai genitori che il problema deve essere risolto esclusivamente con l’Ente ASP Valloni Marecchia.

Inoltre anche i genitori dei bambini frequentanti l’Asilo nido Cerchio Magico, via Della Rondine 13, Rimini, anch’esso gestito dall’ASP Valloni Marecchia in base ad apposita convenzione stipulata con il Comune di Rimini, sono venuti a sapere che anche presso il loro asilo potrebbe essere messa in discussione l’attività come centro estivo per il mese di luglio e pertanto si stanno mobilitando per una raccolta firme perché credono che tale servizio sia essenziale per le famiglie.​

Con questa lettera si sono voluti descrivere i fatti così come accaduti per evidenziare come l’ASP Valloni Marecchia tenga le famiglie all’oscuro di qualsiasi gestione interna a cominciare dai servizi offerti, così come invece sono pubblicizzati sulla propria pagina internet (vedi la “Carta dei servizi ad uso dei genitori del “Cerchio Magico” e “Bruco Verde” a.s.2016/2017 “: se fosse cambiato qualcosa avrebbero dovuto aggiornarlo senza se e senza ma!) e che non di meno il Comune non abbia tenuto conto di un malcontento reale dei propri cittadini seppur venuto a conoscenza dei fatti con firme a seguito, già da mesi!

Ad oggi le famiglie coinvolte in questa situazione chiedono con voce ancora più forte una risposta chiara e ufficiale che spieghi l’eventuale mancato inserimento del servizio scolastico come centro estivo per il mese di Luglio 2018 nel bilancio economico 2017-2018, sebbene il problema fosse emerso già ad ottobre 2017 quando l’attività scolastica era appena agli inizi o, eventualmente, proponga una soluzione fattibile per venire incontro ai genitori che lavorano e che non hanno possibilità di lasciare i propri figli ai nonni o parenti, tenuto conto inoltre che, l’iscrizione in altri centri estivi, sconosciuti ai bambini (che vanno dai 9 mesi ai 3 anni), comporta spesso periodi di inserimento degli stessi non sempre facili e rapidi.

Siamo certi che con questa lettera aperta si possano ottenere le risposte chiare che ancora mancano e che è nostro diritto e dei genitori dei futuri bambini che frequenteranno il Bruco Verde e Cerchio Magico, conoscere,

Le mamme dei bambini del Bruco Verde

Scroll Up