Home > Appuntamenti > Ordine Ingegneri Rimini organizza convegno nazionale sull’ambiente

Ordine Ingegneri Rimini organizza convegno nazionale sull’ambiente

L’ ordine degli ingegneri della provincia di Rimini ha organizzato un convegno nazionale dal titolo “AMBIENTE” OPPORTUNITA’ E SICUREZZA IL RUOLO DELLE CITTA’, tale convegno si terrà a Rimini presso la sala Energia dell’ SGR il 26 Gennaio, dalle 8.30 fino alle 17.30, responsabile scientifico dell’ evento è Ing. Emanuele Barogi, vice-Presidente dell’ Ordine degli Ingegneri della provincia di Rimini, referente al tavolo tecnico in materia di energia della Regione Emilia Romagna.

Il Convegno nasce dalla volontà e dall’interesse di approfondire sotto diversi punti di vista la centralità dell’ambiente ed il ruolo che hanno le città nella sua salvaguardia, l’ambiente come OPPORTUNITA’ attraverso le sue risorse che non sono infinite e vanno protette, diversamente la SICUREZZA dei cittadini è a rischio se non vengono mantenuti i sui delicati equilibri.

Dopo i saluti istituzionali di importanti figure ministeriali, regionali, comunali e ordinistiche,  Anna Montini – Assessore all’ambiente Comune di Rimini, Silvia Velo (invitata)- Sottosegretario all’ambiente, Paola Gazzolo(invitata) -Assessore regionale all’ambiente, Andrea Barocci – Presidente Ordine Ingegneri  il convegno, moderato da Emanuele Barogi,  partirà con le relazioni di dirigenti responsabili in diverse aree che convergono sull’ ambiente.

Ricordando che oggi, l’85% della popolazione mondiale vive in paesi che richiedono alla natura più di quanto i loro ecosistemi nazionali riescano a dare, l’Italia è fra questi: consumiamo più di 4 volte le risorse disponibili sul nostro territorio.

Entro il 2020 le politiche comunitarie dovranno tenere conto dei loro impatti diretti e indiretti sull’uso del territorio, a scala europea e globale, e il trend del consumo di suolo dovrà essere sulla strada per raggiungere l’obiettivo del consumo netto di suolo zero nel 2050.

La prima materia su cui si argomenterà è l’ Energia, risorsa indispensabile il cui utilizzo se fatto in modo appropriato con fonti prevalentemente rinnovabili e sistemi efficienti ci permetterebbe di proseguire e progredire in modo sostenibile.

Partirà l’ Arch. Stefano Stefani – Responsabile politiche energetiche Regione Emilia Romagna, ricordando che il 75% degli edifici oggi esistenti è stato costruito in periodi di scarsa cultura legata al risparmio energetico, tanto che un edificio costruito con i criteri minimi ad oggi vigenti in materia di energia, consuma circa 10 volte in meno di quanto consumerebbe lo stesso edificio se fosse costruito con tecnologie degli anni 70, quindi il margine di miglioramento per gli edifici esistenti è enorme.

Proseguirà l’ Ing. Alessandro Rossi – Coordinatore area Energia, ambiente e sostenibilità ANCI Emilia-Romagna  ricordando degli strumenti utilizzabili dai Comuni attraverso i piani energetici comunali e gli obiettivi  legati al quadro per il clima e l’energia 2030 che fissa tre obiettivi principali da conseguire entro l’anno indicato: una riduzione almeno del 40% delle emissioni di gas a effetto serra (rispetto ai livelli del 1990), una quota almeno del 27% di energia rinnovabile,un miglioramento almeno del 27% dell’efficienza energetica, Il quadro è stato adottato dai leader dell’UE nell’ottobre 2014 e si basa sul pacchetto per il clima e l’energia 2020, inoltre, è coerente con la prospettiva a lungo termine delineata nella tabella di marcia per passare a un’economia competitiva a basse emissioni di carbonio entro il 2050.

L’ Ing. Monia Colonna – Energy Manager Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana Comune di Rimini ricorderà come i firmatari del Patto dei Sindaci sono tenuti a monitorare lo sviluppo e l’implementazione delle azioni proposte nel proprio P.A.E.S. ( Piano Azione Energie Sostenibili ) e a presentare periodiche relazioni di avanzamento dei progressi verso gli obiettivi al 2020 di riduzione delle emissioni.

L’Ing. Maria Anna Segreto – ENEA tratterà delle problematiche legate all’ efficienza energetica nelle pubbliche amministrazioni, dal momento che molti degli edifici pubblici sono stati costruiti negli 60-70, periodo in cui le strategie e la cultura del risparmio energetico erano poco conosciute, tale argomento è molto importante, poichè se numericamente gli edifici pubblici sono poco rilevanti rispetto al resto del parco edilizio, comunque l’ ente pubblico ha l’ obbligo morale di incentivare la cultura dell’ ambiente e della riduzione delle emissioni climalteranti.

Concluderà l’ argomento legato all’ Energia e Aria, relazionando sulla sicurezza ambientale correlata, il Prof. Teodoro Georgiadis – Ricercatore dell’Istituto di biometeorologia del CNR,  trattando dei rischi collegati all’innalzamento della temperatura media e qualità dell’aria nelle città.

Nella seconda parte del convegno si parlerà dell’ acqua elemento fondamentale per la nostra sopravvivenza, l’ Ing. Andrea Gambi – Amministratore delegato Romagna Acque, relazionerà sull’ accumulo nell’ invaso di Ridracoli,  Il ruolo della rete di adduzione come adattamento al cambiamento climatico e per efficaci strategie resilienti delle risorse idriche: una opportunità per il futuro, proseguirà l’Ing. Paolo Bianco Dirigente ingegnere della sicurezza AUSL Rimini che tratterà dei rischi legati alla Legionella e del relativo protocollo per ridurne i rischi.

Negli ultimi anni il territorio manifesta una crescente vulnerabilità nei confronti del rischio idrogeologico, è necessario un processo di identificazione e valutazione del rischio quale combinazione tra pericolosità naturale e azione antropica attraverso azioni mitigatorie sia strutturali che non strutturali, tratteranno tali argomenti diversi relatori attraverso molteplici punti di vista legati alla protezione idraulica del terriorio:

Ing. Pierpaolo Martinini  – Responsabile reti fognarie: Fognatura e Depurazione della Direzione Acqua del Gruppo Hera
Ing. Andrea Cicchetti –Direttore Tecnico Consorzio di Bonifica della Romagna
Ing. Luca Migliori – Responsabile struttura HERA Regiorne Emilia Romagna
Ing. Mauro Vannoni– Dirigente dell’Agenzia per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile – Regione Emilia-Romagna
Ing. Gaetano Fede – Consigliere CNI ( consiglio nazionale ingegneri) – Responsabile Area Sicurezza ed Area Previdenza

Concluderà la prima parte del convegno argomentando sulla  cultura della sicurezza: dai professionisti ai cittadini.

Si aprirà quindi la tavola rotonda, moderata da Emanuele Barogi   e da Giovanni Cioria,  direttore del giornale la Piazza della Provincia di Rimini, in cui si discuteranno gli argomenti emersi durante il convegno per trarne le conclusioni e produrre una sintesi insieme a

Antonio Pesaresi–Responsabile Protezione Civile Provincia Area Romagna/Rimini
Tonino Bernabè – Presidente Romagna Acque
Patrizia Rinaldis – Presidente Associazione Albergatori Rimini
Stefano Mazzetti – Presidente Associazione Spreco Zero.net
Roberta Frisoni – Comune di Rimini Assessore alla mobilità, programmazione e gestione del Territorio. Demanio.
Stefano Giannini – Consigliere delegato per l’ambiente Provincia di Rimini

Scroll Up