Home > Ultima ora politica > Pd Riccione: l’on Raffaelli è contenta che vengano cancellati i finanziamenti a Rimini

Pd Riccione: l’on Raffaelli è contenta che vengano cancellati i finanziamenti a Rimini

Dura presa di posizione del Pd di Riccione contro l”On ed assessore della giunta Tosi Elena Raffaelli esponente di punta della Lega  provinciale.

“Raffaelli al…bando: un nuovo conflitto di interessi?

Sfogliano la stampa nazionale e locale sulla polemica del giorno- i soldi cancellati a 96 città per i progetti del ‘bando periferie’- non si può non notare una stranezza tutta locale.

Mentre nel resto d’Italia, Bologna in primis, i parlamentari di Lega e 5 Stelle, evidentemente in affanno, stanno tentando di mettere una pezza con i sindaci e i territori di elezione promettendo di riguardare al tutto in sede di approvazione alla Camera, a Rimini gli onorevoli gialloverdi dichiarano pubblicamente la loro gioia per avere cancellato i 18 milioni con i quali Rimini avrebbe riqualificato e rigenerato la sua area litoranea nord. Come dire ‘fottetevi e tacete’.

La stranezza evidente risiede tutta nella figura (e figuraccia) ibrida di Elena Raffaeli, onorevole con licenza assessorile a Riccione, che in due parole si dice felice che venga cancellato un progetto di miglioramento di una città che da sempre, è fatto noto, l’amministrazione Tosi vede con il fumo e l’invidia negli occhi. Questo aggiunge gravità a un fatto di per sé già grave.

Ma al di là della scorrettezza istituzionale e politica contro il proprio territorio e il Comune con cui Riccione spesso collabora (o fa finta di farlo), il fallo da tergo più clamoroso che l’assessore Raffaelli compie è verso i propri colleghi. Tutti sanno infatti che Raffaelli gestisce uno stabilimento balneare nella zona sud di Rimini. Cancellando con il sorriso sulle labbra, con l’aggiunta di una dose notevole di bugie, visto che questo progetto e gli altri 95 erano stati tutti finanziati e pubblicati in Gazzetta Ufficiale e non sul gruppo wa della giunta Tosi, un progetto per la litoranea nord della città i cui benefici evidentemente ricadranno su almeno un centinaio di colleghi titolari di bagno e operatori di spiaggia, l’assessore vuole forse trarre un vantaggio economico per il proprio stabilimento? Come mai, assessore, questa posizione strabica? Sulla Bolkestein ‘difendo tutti i bagnini’ e sulla riqualificazione del lungomare e della spiaggia di Rimini Nord ‘andate tutti a quel paese’? Un bell’esempio di coerenza e di solidarietà nei confronti di chi fa il suo stesso lavoro.

A buon rendere, caro assessore Raffaelli”

 

Scroll Up