Home > Ultima ora politica > Ponte girevole a Riccione, Arcangeli (Pd): “Ennesima trovata, dove sono le risorse?”

Ponte girevole a Riccione, Arcangeli (Pd): “Ennesima trovata, dove sono le risorse?”

L’ipotesi di tagliare i parcheggi dal piazzale al porto non convince affatto. E sulla realizzazione di un ponte mobile nell’area portuale sorgono molte perplessità. Sono tanti i dubbi sullo studio di fattibilità della zona del porto della giunta Tosi. Sia per quanto riguarda l’ipotesi di ridurre i parcheggi e le aree pedonali sia sulla creazione, appunto, di un ponte che si muova. A sollevare polemiche sono gli stessi operatori e ristoratori della zona. Massimo Andreatta di Zi Rosa, in un’intervista rilasciata al Resto del Carlino, si è detto contrario a “stravolgimenti” dell’area portuale, mentre il gestore di Cavalluccio Marino ha definito come “errori” le idee di modificare la viabilità e di tagliare i parcheggi dal piazzale al porto.

Viaggia sulla stessa lunghezza d’onda il PD di Riccione, che guarda di cattivo occhio sopratutto l’uso delle risorse dell’amministrazione comunale. “Quelle della Tosi sono solo ipotesi, spese che in questo momento Riccione non si può permette – attacca Alberto Arcangeli, segretario del partito – Prima di tutto bisogna valutare le possibilità economiche. Sul fronte dei parcheggi ci sarebberro già delle soluzioni, come il Progetto Primo Maggio. Con tale piano si realizzerebbero numerosi parcheggi. Stalli che verrebbero collocati in un punto strategico e, in particolare, in ottica TRC. “

Molto scetticismo anche su una concreta realizzazione del ponte girevole.E’ soltanto l’ennesima trovata spettacolare di chi deve per forza continuare a far sognare i propri cittadini. – prosegue Arcangeli – Con le risorse che la città si ritrova mi sembra davvero poco fattibile. Preferirei che il sindaco si occupasse di valorizzare le cose che abbiamo, piuttosto che avanzare ipotesi del genere”.

Scroll Up