Home > Ultima ora politica > Riccione, consiglio comunale su parcheggi e bilancio: le minoranze si astengono

Riccione, consiglio comunale su parcheggi e bilancio: le minoranze si astengono

Il Consiglio Comunale che si è svolto ieri sera è iniziato con la discussione dell’ordine del giorno relativo alla monetizzazione dei parcheggi, il provvedimento che prevede la riduzione del 50% degli importi da versare per il rilascio dei titoli urbanistici nel caso in cui non ci sia la possibilità di realizzare le aree dedicate alla sosta in quella interessata dall’intervento edilizio.

La Giunta ha ritenuto di rivedere i parametri della monetizzazione considerandoli eccessivamente onerosi, soprattutto in alcune zone della città, ed un vero e proprio freno all’economia locale. Su questo primo punto la votazione ha fatto registrare l’astensione di tutti i gruppi di minoranza (PD, Patto Civico, Movimento 5 stelle), così come sul punto successivo relativo alla variazione di bilancio.

Terminata la trattazione delle delibere si è passati agli ordini del giorno, a partire da quello proposto dalla maggioranza sul tema dell’applicazione della legge 119/2017 in materia di prevenzione vaccinale. La proposta in discussione poneva in evidenza alcune criticità della norma con particolare riferimento all’eventuale esclusione dei bambini nella fascia di età 0-6 dai percorsi scolastici, proponendo di trasmettere ufficialmente al Ministro competente, così come già fatto da altri Comuni, l’invito a valutare e riconsiderare l’impatto di tale previsione, anche in relazione alla diversità di trattamento riferita ai bambini dai sei anni in su.

Su questo punto la maggioranza ha votato favorevolmente, raccogliendo anche il si dei due consiglieri del Movimento 5 stelle. I consiglieri di Patto Civico e del Partito Democratico hanno invece scelto di non partecipare alla votazione preferendo abbandonare l’aula.

Gli ultimi due argomenti in programma avevano come tema l’eliminazione delle barriere architettoniche, il primo con specifico riferimento alla riqualificazione del sottopasso in zona Fontanelle e il secondo relativo all’adozione del P.E.B.A (piano di eliminazione delle barriere architettoniche).

La maggioranza ha ritenuto di non votare a favore dei due ordini del giorno poiché già proposti e votati in sedute di consiglio precedenti, precisamente il 16 dicembre 2016 e il 31 marzo 2016, il primo presentato dal consigliere di Oltre Daniela Marchetti e respinto per motivi di carattere tecnico (il tema non poteva essere trattato come ordine del giorno poiché lo strumento corretto è il Piano delle Opere Pubblico), gli stessi rilevati nella seduta di ieri, il secondo presentato dal consigliere del PD Tommaso Pazzaglini e votato a suo tempo all’unanimità.

Il tema dell’abbattimento delle barriere architettoniche è una priorità di questa amministrazione – ha dichiarato il sindaco Renata Tosi nel suo intervento – un tema su cui la giunta si sente quotidianamente impegnata essendosi oltretutto già espressa anche formalmente in Consiglio Comunale oltre un anno fa. La materia non riguarda interventi specifici ma deve abbracciare interamente l’azione amministrativa nella direzione di una città accogliente e accessibile. Abbiamo da poco realizzato opere che confermano questo impegno, dal parco inclusivo alla scuola di via Ionio. L’occasione di questa discussione ci invita inoltre a lavorare sulla predisposizione di un ordine del giorno rivolto alla Regione Emilia-Romagna affinché ripristini le risorse previste destinate all’abbattimento delle barriere architettoniche nelle proprietà private”.

 

Scroll Up