Home > Ultima ora politica > Riccione, PD: “Sulla Play Hall gettati al vento 700.000 euro”

Riccione, PD: “Sulla Play Hall gettati al vento 700.000 euro”

Il comunicato del Gruppo consigliare del Partito Democratico sulla vicenda della gestione del Palazzetto dello Sport:

Ecco la verità sul Play Hall.   

A giorni l’attuale Amministrazione Comunale di Riccione si appresta a rilevare la piena disponibilità del Palazzetto dello Sport dall’attuale soggetto concessionario. Costo dell’operazione per le casse comunali Euro 700.000 come deliberato nell’ultimo Consiglio Comunale che ha autorizzato la variazione al bilancio 2018.

L’operazione è stata giustificata dalla maggioranza sulla base del fatto che il Comune si vede obbligato a risolvere la convenzione con la società concessionaria per evitare il rischio, in caso di fallimento di quest’ultima, di vedersi costretto a pagare la maggior somma pari ad Euro 3.025.000. Questo perché a detta della maggioranza la convenzione di project financing sarebbe stata scritta male e ciò avrebbe aperto le strade anche al contenzioso pendente con il concessionario.

Ma le cose stanno davvero così?

Da quanto abbiamo potuto verificare in sede di accesso agli atti, la domanda di risarcimento danni avanzata in sede giudiziale dalla società concessionaria, risulta a nostro avviso molto fondata stante anche il tenore delle clausole contrattuali previste dalla convenzione. Quest’ultima infatti prevedeva l’impegno del Comune ad utilizzare a titolo oneroso il Palazzetto per determinati periodi dell’anno come si evince dall’allegato alla convenzione (e parte integrante di essa) denominato “Schema di utilizzo temporale del Palazzetto dello Sport da parte del Comune di Riccione” nonché dal piano economico finanziario anch’esso allegato (e parte integrante della convenzione). La Giunta Pironi ha sempre rispettato gli accordi contrattuali, poi la successiva Amministrazione targata Tosi decise di non avvalersi più a titolo oneroso del Palazzetto dello Sport. Questa decisione portò di fatto alla richiesta della società concessionaria di chiedere la verifica dell’equilibrio economico finanziario della convenzione fino alla decisione di adire le vie giudiziali per ottenere il riconoscimento delle proprie ragioni.

Se la richiesta di risarcimento danni non fosse stata fondata non si capisce perché oggi l’Amministrazione corra ai ripari per sottoscrivere una transazione con la società concessionaria prima che arrivi la sentenza del Tribunale che molto probabilmente vedrebbe il Comune di Riccione soccombere in giudizio. Andiamo così a spendere 700.000 euro dei riccionesi che avremmo invece potuto investire diversamente in una città come Riccione che ha un disperato bisogno di interventi di manutenzione e rigenerazione urbana. Speriamo solo che la società concessionaria non fallisca perché in quel caso il rischio di un’eventuale azione revocatoria a carico del Comune rimarrebbe comunque presente e allora sarebbero guai ancora peggiori per le casse comunali.

Ora il Sindaco ci dovrebbe spiegare perché decise di non avvalersi più dell’utilizzo del Palazzetto dello Sport e perché la convenzione non sia stata gestita in modo adeguato da non dover arrivare ad un contenzioso che poteva essere a nostro avviso certamente evitato.

Siamo convinti che se l’Amministrazione Comunale avesse gestito diversamente la vicenda, avrebbe comunque potuto acquisire la piena disponibilità del Palazzetto dello Sport a condizioni economiche sicuramente  più favorevoli.

La convenzione non è stata scritta male! La convenzione prevede il rispetto da parte di entrambe le parti stipulanti delle proprie obbligazioni contrattuali e noi avendo letto gli atti della causa pendente non possiamo non rilevare quanto siano fondate le contestazioni mosse dalla società concessionaria nei confronti della condotta tenuta dall’Amministrazione nella gestione della convenzione.

A questo punto ci auguriamo solo che la gestione in proprio del Palazzetto dello Sport da parte del Comune sia efficiente e veramente al servizio dello sport e dei cittadini”.

Gruppo Consiliare PD

Scroll Up