Home > Ultima ora economia > Rimini: al Sun di ottobre le novità per vivere la spiaggia del futuro

Rimini: al Sun di ottobre le novità per vivere la spiaggia del futuro

Dal defibrillatore resistente a sabbia e acqua al calice che mantiene il drink sempre freddo, dalle app per lo sharing dell’ombrellone al lussuoso lettino galleggiante; e ancora: i sensori indossabili per migliorare gli allenamenti sportivi in riva al mare.

Sono sempre più innovative e tecnologiche le proposte delle startup selezionate da Sun Next, l’iniziativa organizzata da Italian Exhibition Group, Mondo Balneare e CNA Emilia Romagna che dà l’opportunità a dieci giovani imprese di misurarsi con il mercato del settore balneare.

La sezione dedicata alle startup innovative sarà all’interno di Sun Beach&Outdoorstyle, dal 10 al 12 ottobre alla fiera di Rimini, 36a edizione del salone internazionale di riferimento per il mondo balneare, l’outdoor e il camping a cura di Italian Exhibitiong Group e in contemporanea con TTG Travel Experience e SIA Hospitality Design.

Per il terzo anno consecutivo, Sun Next offre dieci stand gratuiti ai progetti più interessanti per il mercato del turismo in riva al mare. Le proposte debutteranno alla fiera di Rimini per poi affermarsi negli stabilimenti balneari nelle prossime estati.

Drincover è una cover per calici progettata dall’azienda riminese Athena Find che mantiene costante la temperatura della bevanda contenuta all’interno; Playsummer, un lussuoso lettino galleggiante accessoriato con ombrellone e secchiello portaghiaccio e brevettato dalla startup berlinese Water Play Gadget; Samaritan Pad, l’unico defibrillatore certificato per l’utilizzo in spiaggia in quanto è resistente alla sabbia, all’acqua e alla salsedine, proposto dalla napoletana Auexde.

Ma il futuro della spiaggia è anche nello sharing: sull’onda di Airbnb, anche l’ombrellone affittato per la stagione oggi si può infatti condividere quando non si usa. E così, l’app Playaya e la piattaforma Click to Beach permettono agli stabilimenti balneari di regalare ai propri clienti abbonati la possibilità di condividere l’ombrellone quando non lo usano.

Sull’accoglienza degli animali punta invece la startup ravennate Trippet, proponendo un auto-test sotto forma di gioco ad albergatori e stabilimenti balneari che vogliono misurare il loro ‘grado di accoglienza Pet’ e ricevere così una consulenza gratuita e uno starter kit a prezzo agevolato.

Sempre dalla Romagna c’è poi la forlivese Turingsense con il sensore indossabile Pivot, per far vivere ai turisti delle esperienze sportive e di fitness allineate alle proprie capacità e interessi.

La Romagna si conferma la regione più florida per le innovazioni dedicate alla spiaggia anche grazie alla rete di imprese Slow Bike Tourism per un turismo più sostenibile e il format E-Bike Factory Italia per promuovere la mobilità ciclistica nelle località balneari. Da Como arriva infine Impla, che ha progettato un comodo flap poggiapiedi per lettini.

Scroll Up