Home > Ultima ora > A Rimini anche l’altra sinistra, Scotto sfida Fratoianni

A Rimini anche l’altra sinistra, Scotto sfida Fratoianni

Sinistra Italiana terrà il suo congresso a Rimini dal 17 al 19 febbraio. Dopo l’assemblea nazionale dei gli amministratori Pd, un altro pezzo di sinistra viene sulle sponde dell’Adriatico per ridefinire i propri assetti e decidere del futuro. Sinistra Italiana ha oggi circa 8 mila iscritti.

Si tratta di eleggere il segretario e si profila una corsa a due: da una parte Nicola Fratoianni, ex coordinatore di Sel e già assessore in Puglia con Vendola; dall’altra il capogruppo della ex Sel Arturo Scotto, già nella Sinistra Giovanile e nei Ds e iscritto al Partito socialista europeo.

Contenuto sponsorizzato

Fratoianni viene invece da Rifondazione comunista e fa parte della sinistra europea del Gue insieme a Syriza e Podemos. Punta sulla costruzione di un soggetto autonomo anche dal centrosinistra, quindi sordo alle recenti prese di posizioni unitarie di Romano Prodi. Scotto si mostra invece più dialogante almeno con la sinistra del Pd.

Scotto ha annunciato la sua candidatura sull’Huffington Post: “Andare in soccorso del renzismo declinante sarebbe folle e perdente” ma  “l’alternativa non può essere l’autosufficienza identitaria“. Il suo programma è in cinque punti: il lavoro e le tutele, appoggiando i referendum della Cgil; maggiori investimenti pubblici; il reddito minimo garantito; “la rivoluzione delle donne” e la “rivoluzione ecologica”.

Arturo Scotto

Arturo Scotto

Con Scotto ci sono almeno 16 parlamentari sui 30 di Sinistra Italiana; inoltre dirigenti come il vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio, l’ex pd Alfredo D’Attorre, i giovani Marco Furfaro e Simone Oggionni. Ma intanto sono in molti a guardare con interesse al “Campo progressista” di Giuliano Pisapia, dove il rapporto con il Pd è giudicato fondamentale. la pensano così i sindaci di Cagliari e Genova, Massimo Zedda e Marco Doria e la presidente della Camera Laura Boldrini.

Fratoianni in realtà non si è ancora ufficialmente candidato, ma il passo viene dato per certo. E anzi proprio lui è dato come favorito alla segreteria, con il sostegno di Nichi Vendola, Stefano Fassina, l’ex Fiom Giorgio Airaudo e la Act di Claudio Riccio. Tutti con un occhio rivolto a Possibile di Pippo Civati e a Rifondazione comunista.

fratoianni

Nicola Fratoianni

Scroll Up