Home > Ultima ora politica > Rimini, Barboni (FI) sul caso rimborsi 5 Stelle: “Pubblicità ingannevole”

Rimini, Barboni (FI) sul caso rimborsi 5 Stelle: “Pubblicità ingannevole”

“Nessuno obbliga i deputati grillini a rinunciare ad una parte dei rimborsi. Tutti gli eletti più o meno aiutano il partito d’appartenenza, sembra che solo Grasso l’ex presidente del Senato della Repubblica si sia rifiutato di farlo.”

Anche Antonio Barboni, candidato al Senato nel collegio uninominale di Rimini e Cesena per il centrodestra, dice la sua sulla questione dei falsi rimborsi da parte di alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle. Uno scandalo che si sta allargando a macchia d’olio e che, secondo Barboni, sarebbe frutto di un sistema propagandistico ingannevole.

I partiti coi soldi versati dai parlamentari organizzano convegni, ospitano oratori, stampano manifesti e volantini, comprano spazi televisivi ecc. ecc. i Grillini hanno scelto di devolvere i loro contributi al micro credito per le piccole aziende. E regolarmente ogni tanto si fanno fotografare davanti al Senato della Repubblica con un cospicuo assegno, un legittimo sistema propagandistico. – attacca il candidato di centrodestra – Per fortuna che in politica non esiste il reato di pubblicità ingannevole”.

“Oggi – prosegue Barboni – sappiamo che qualche deputato e anche qualche senatore ha fatto il furbacchione, faceva finta di versare con la destra e riprendeva con la sinistra quindi quelle cifre riportate sul maxi assegno propagandistico erano supposte non reali”.

 

Scroll Up