Home > Ultima ora cronaca > Rimini, Giulia Sarti accusata di diffamazione da giornalista de Il Resto del Carlino

Rimini, Giulia Sarti accusata di diffamazione da giornalista de Il Resto del Carlino

Questa mattina si è svolta l’udienza che vede Giulia Sarti, parlamentare pentastellata, accusata di diffamazione da Filippo Graziosi, giornalista de Il Resto del Carlino – Rimini.

La vicenda risale al marzo del 2015, dopo che Graziosi pubblica un articolo in cui analizza i redditi annui dei vari parlamentari riminesi, tra cui la Sarti. Nel testo viene sottolineato il notevole aumento della busta paga della giovane grillina, che nel giro di un anno era passato da zero euro all’anno – quando ancora non era entrata alla Camera – a 78.229,76.

La notizia non era andata giù all’onorevole del Movimento 5 Stelle, che aveva lamentato la scelta del titolo (“La Sarti trova un tesoro alla Camera”) e il fatto che il giornalista non avesse specificato che di quei 70.229 euro una parte fosse stata restituita alla Stato.

“Filippo Graziosi giornalista del Resto del Carlino di Rimini, sabato scorso ha perso l’ennesima occasione per fare il proprio dovere: informare – aveva scritto la parlamentare pentastellata in un post su Facebook – Mi hanno riservato uno spazio in prima pagina dal subdolo titolo ‘Giulia Sarti trova un tesoro alla Camera’, con un riferimento diretto all’avvenuta pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi di noi parlamentari. Il tesoro al quale si allude è di 78.229 euro lordi per l’anno 2014. Fermo restando che sono una montagna di soldi, il giornalista ha volutamente dimenticato (come ovvio che sia) di scrivere alcune precisazioni: da quando sono stata “catapultata in Transatlantico” ( cit. Preziosi), ho restituito allo Stato 66.260 euro netti”. 

Lo sfogo su Facebook della Sarti era stato seguito da numerosi commenti, nei quali la pentastellata aveva etichettato Graziosi come un ‘giornalista sciacallo’. In altri commenti, inoltre, alcuni erano arrivati a minacciare il giornalista di morte. Proprio questi fatti avevano portato il redattore a denunciare la giovane onorevole per diffamazione. 

Durante l’udienza di oggi Filippo Graziosi ha esaminato davanti al giudice monocratico tutti i dati riportati nel suo pezzo del 2015; la Sarti era assente. L’imputata sarà sentita nel corso della prossima udienza aggiornata al 15 maggio.

 

Scroll Up