Home > Ultima ora politica > Rimini, occupazione e imbrattamento: assolti gli attivisti del Lab Paz

Rimini, occupazione e imbrattamento: assolti gli attivisti del Lab Paz

Si è concluso questa mattina presso il Tribunale di Rimini il processo per l’Occupazione del Laboratorio Sociale Paz di via Montevecchio. I fatti risalgono al 2008, anno in cui lo stabile in via Montevecchio è stato accusato, e poi sgomberato nel 9 giungo dell’anno dopo.

Si conclude così positivamente con una piena assoluzione per tutti e tutte gli attivisti e le attiviste del Lab Paz imputati per i reati di occupazione e imbrattamento (prescritti) e per il furto di energia elettrica che vedeva indagata un’unica attivista. 

“Ringraziamo innanzitutto l’Avv. Paola Urbinati – ci tengono a sottolineare gli attivisti – per aver raggiunto questo importante risultato e aver portato in Tribunale le rivendicazioni e la forza di quel percorso che è stato innanzitutto un percorso sociale di lotta contro le disuguaglianze, l’autoritarismo istituzionale, le pratiche antirazziste. Queste rivendicazioni e progettualità sono state riconosciute come legittime, questo ci dice questa sentenza”.

“Di quella storia per chi l’ha vissuta ricordiamo tutto e senza questa straordinaria esperienza di autogestione e libertà non ci sarebbe mai stato tutto quello che abbiamo costruito dopo fino all’esperienza del Network solidale di Casa Madiba e Casa Don Gallo. Per questo salutiamo questa vittoria che non è solo nostra ma di tutti e tutte i/le attivisti e attiviste degli spazi sociali, luoghi dove si pratica la democrazia diretta e la costruzione di un nuovo mondo”.

Scroll Up