Home > Ultima ora politica > Rimini. Spiagge illuminate, multe salate per i bagnini che non lo fanno

Rimini. Spiagge illuminate, multe salate per i bagnini che non lo fanno

Spiagge illuminate dal tramonto all’alba: è questa la principale novità contenuta nell’ordinanza balneare 2018 e che va a rafforzare l’indicazione già contenuta nel provvedimento della passata stagione. Se infatti lo scorso anno si chiedeva agli operatori di accendere gli impianti di cui erano dotati, quest’anno il provvedimento impone a tutti di installare un adeguato sistema di illuminazione della spiaggia. Tra l’ultimo weekend di maggio ed il secondo weekend di settembre gli impianti dovranno restare accesi dal tramonto all’alba, negli stessi orari previsti per la normale illuminazione pubblica.

Una novità condivisa con gli operatori oltre che con gli organismi deputati alla sicurezza e al controllo del territorio e introdotta allo scopo di incrementare la sicurezza della spiaggia e degli stabilimenti balneari anche negli orari notturni. Una novità che prevede anche una multa di 1032 euro per chi  lascia al buio la spiaggia.

Mentre gli stabilimenti di Rimini sud sono già impegnati a potenziare l’illuminazione sulla spiaggia a Rimini Nord si è più indietro. Anche per questa ragione Giorgio Mussoni,  di Oasi Confartigianato, annuncia battaglia.” «Quest’obbligo mi pare una forzatura, si sta valutando se impugnare l’ordinanza di fronte ai giudici – dice Mussoni – Se si impongono le luci per la sicurezza, ciò significa che i bagnini devono farsi carico dell’ordine pubblico, e non credo sia giusto. Se l’obbligo viene fatto per tutelare gli stabilimenti, non mi sta bene comunque: siamo noi a dover decidere come tutelare gli stabilimenti».

Confermate le altre prescrizioni, dal divieto di accesso alla spiaggia dall’1 alle 5 del mattino (ad eccezione della concomitanza con manifestazioni organizzate dall’Amministrazione), all’ampiezza delle fasce di battigia destinate al libero transito (5 metri nella zona di Rimini Nord, 20 metri nella zona di Rimini Sud).

Così come lo scorso anno, per favorire il decoro urbano, gli operatori potranno realizzare schermature delle aree in cui sono posizionati i contenitori per la raccolta dei rifiuti dati in dotazione dal gestore seguendo specifiche indicazioni (doghe orizzontali di legno o con fioriere e piante). Sempre nell’ottica di migliorare il decoro e l’impatto visivo delle strutture della spiaggia, l’ordinanza prevede di uniformare le plance pubblicitarie collocate agli ingressi degli stabilimenti, che dovranno essere di modello unico e realizzate nel rispetto delle prescrizioni del Piano dell’arenile.

Rispetto invece all’accesso in spiaggia per gli animali di affezione, la regolamentazione sarà oggetto di uno specifico provvedimento che sarà sottoscritto nei prossimi giorni.

Scroll Up