Home > Economia > Ambiente > San Bartolo. Il sindaco Ricci il giorno dopo l’incendio parla di futuro e preoccupazioni

San Bartolo. Il sindaco Ricci il giorno dopo l’incendio parla di futuro e preoccupazioni

“All’inizio eravamo concentrati nella gestione dell’emergenza, poi e’ prevalsa la paura del fuoco impetuoso. La mattina poi è emersa la gratitudine nei confronti dei vigili del fuoco ed è cresciuta la sensazione di scampato pericolo dopo il salvataggio dei borghi di Casteldimezzo e Fiorenzuola.

Ora, mano a mano che passano le ore, è una tristezza profonda a prevalere, nel vedere ettari e ettari di bellezza ambientale bruciati.

In queste ore è scattato un attaccamento emotivo al parco San Bartolo incredibile. Sono tantissime le persone che mi scrivono per esprimere il loro attaccamento e capire come possono essere utili.

Oggi e domani avremo altri incontri e sopralluoghi. La nostra preoccupazione più grande ora è il dissesto idrogeologico alle prime piogge e su quello concentreremo sforzi e risorse.

La cosa che mi sento di dire intanto è che, appena sarà finita la bonifica, chi vuole bene al San Bartolo deve tornare a frequentarlo. In bici, in moto, a piedi, come sempre.

Ci sono tante attività che vi aspettano, il parco è danneggiato ma salvo e sicuro. Nel frattempo penseremo a iniziative per coinvolgere la popolazione, cercando di capire come essere utili per far rifiorire uno dei posti più belli del mondo che adesso è ancora di più nel nostro cuore.”

Scroll Up