Home > Ultima ora Attualità > San Giovanni in Marignano: Alternoteca dona 500 euro all’Associazione Davide Pacassoni

San Giovanni in Marignano: Alternoteca dona 500 euro all’Associazione Davide Pacassoni

A pochi giorni dalla conclusione del weekend di spettacoli comici “Quisquilie ad Alta quota” a cura di Alternoteca aps, la stessa ha mantenuto la promessa lanciata sul palco del Teatro Massari durante la prima serata di debutto: quella di fare rete tra associazioni locali, contribuendo attivamente e sostenendo le realtà senza scopo di lucro, come loro, che si adoperano per la cittadinanza. Così è stato: Alternoteca, in collaborazione e con il sempre prezioso supporto del Comune di San Giovanni in Marignano, ha incontrato il Sig. Pacassoni all’interno del Centro Giovani White Rabbit, che ha in gestione da Marzo di questo anno, effettuando la donazione a mezzo bonifico di € 504,00.

Emozionante – rivela Ilaria Conti, Presidente Di Alternoteca, l’incontro ed il racconto del Sig. Pacassoni sulla storia della loro associazione, che vanta più di 25 anni di servizio al volontariato ed alla persona, in particolare quella con disabilità. Alternoteca ogni anno rinnova il suo impegno verso il prossimo, dedicando tempo volontario e consapevole per migliorare le relazioni tra associazioni, comuni e realtà locali, con la speranza di essere da esempio alle nuove generazioni e di fare la differenza in ambito sociale ed aggregativo”.

Presenti alla prima dello spettacolo al Massari il Sindaco Daniele Morelli, la Vicesindaco Michela Bertuccioli e il Consigliere con delega alle pari Opportunità Gianmarco Della Biancia, che ad una voce hanno evidenziato “grande soddisfazione per l’energia e l’impegno messo in campo da Alternoteca in tutte le attività che ha creato per e con i giovani, tra cui il progetto di Teatro che è stato completamente finanziato dall’Amministrazione. La devoluzione ad un’altra realtà di volontariato, quale l’Associazione Davide Pacassoni, che sostiene concretamente e egregiamente le persone con disabilità e le loro famiglie, è un ulteriore conferma del potenziamento reciproco che le realtà possono raggiungere se c’è sinergia. Di tutto questo non si può che essere fieri sostenitori!”.

Scroll Up