Home > La Torre di Babele riminese > Valconca: qui è passata la linea Gotica. I luoghi della Pace

Valconca: qui è passata la linea Gotica. I luoghi della Pace

Questo agile libretto è il frutto finale di un progetto europeo, chiamato “Appeace. War places / Peace citizens”, a cui hanno partecipato per tre anni (2014-2016) i Comuni di Montescudo-Monte Colombo, di Gemmano e di Montegridolfo, supportati dalla collaborazione dell’Istituto Storico della Resistenza di Rimini. Al progetto hanno partecipato realtà di 8 nazioni europee, da cui è nata la Rete dei luoghi di guerra per la pace. I promotori della rete sono accomunati da un passato di luoghi profondamente feriti dalle guerre del Novecento e da un presente di impegno per la memoria, la didattica storica e la promozione della pace.

Per l’Italia i tre Comuni partecipanti sono stati testimoni della violenza della guerra nel corso del mese di settembre del 1944: furono coinvolti nella battaglia di sfondamento della Linea Gotica tedesca da parte delle Forze alleate. Una delle più sanguinose battaglie combattute sul territorio italiano. Hanno scritto i tre Sindaci (Elena Castellari, Riziero Santi, Lorenzo Grilli) a mò di presentazione del libro: “Ogni pietra di questa Vallata porta ancora impresso, a oltre settant’anni di distanza, il segno del passaggio del fronte fra la fine d’agosto e il settembre 1944, dell’avanzata delle truppe alleate verso il nord, delle violenti battaglie, di mezzi corazzati e di uomini, per lo sfondamento della linea difensiva tedesca chiamata Linea Gotica. Le nostre popolazioni non hanno dimenticato quelle terribili settimane di violenza vissuta sul nostro territorio, dentro in nostri Paesi. In questi anni ‘segni’ per la conservazione della memoria (monumenti, cippi, lapidi, musei ma anche centri di ricerca storica e rievocazioni) sono stati qui realizzati per ricordare uomini ed episodi di quella immane guerra che fu la Seconda guerra mondiale”. E concludono: “Questa piccola guida ai ‘segni’ della Memoria nella nostra Vallata è nata nell’ambito del progetto europeo ‘Appeace’ che per tre anni ha consentito ad amministratori, operatori culturali e giovani di otto Paesi di incontrarsi, di conoscersi, di scambiarsi informazioni e progetti. Europa, cultura, giovani, pace: questo è il futuro per cui anche noi dobbiamo lavorare. Costruttrice di pace deve essere per tutti noi l’Europa”.

Presentando l’opera gli Autori hanno scritto: “La battaglia per il superamento della Linea Gotica si prolungò per quasi un mese: devastò interi centri urbani così come li conoscevamo (Gemmano, Montegridolfo, Montescudo, Monte Colombo e Coriano), paesi al centro degli scontri colpiti duramente dai bombardamenti o rasi al suolo come nel caso di Gemmano. La traccia più evidente della guerra sono oggi i cimiteri di guerra dei caduti alleati, disseminati sul territorio.

Per conoscere questa memoria, seppur ancor oggi assai viva fra le persone della Vallata, è necessario andare nei musei, camminare in silenzio nei cimiteri, vedere luoghi, leggere le targhe disseminate nei Comuni che hanno vissuto quella terribile esperienza. Questo è lo scopo principale della presente pubblicazione: permettere a chiunque si interessi di questi avvenimenti di sapere dove potersi documentare e conoscere i fatti nei luoghi dove sono avvenuti, rendendo il territorio un grande libro aperto”.

La guida illustra 2 itinerari: il primo parte da Cattolica e attraversa tutta la Vallata del Conca. E’ su queste colline, e in questi paesi, che la Wehrmacht riuscì a rendere estremamente dura l’avanzata degli Alleati. Il secondo parte da Riccione e porta, riunendosi con il primo percorso alla Chiesa della Pace di Trarivi, seguendo l’avanzata degli eserciti Alleati, verso San Marino e Rimini. Vengono indicati luoghi, monumenti, lapidi che segnano vari punti del territorio. Guida agile, più per guidare nel percorso che per approfondire le storie (anche se una aggiornata bibliografia finale può dare utili indicazioni a chi volesse sapere di più). Pensata per turisti (e sono tanti ancora che ripercorrono questi luoghi della Memoria), ma anche per le scolaresche del riminese guidate a conoscere una delle pagine storiche più terribili del nostro territorio.

La guida, tirata in 6.000 copie, è stata distribuita a tutte le Pro Loco e ai punti IAT del territorio per essere consegnata alle persone interessate. I testi, oltre che in italiano, sono in inglese e in tedesco. E nella cartina allegata sono evidenziati i 2 percorsi. Per chi fosse interessato ad averne copia può contattare la segreteria del Comune di Montescudo-Monte Colombo.

Elisa Gardini – Daniele Susini

#ProMemoria. Lungo La Linea Gotica Orientale

Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea della Provincia di Rimini

Scroll Up