Home > Almanacco quotidiano > 26 giugno 2007 – Riccione fissa il record assoluto di bambini smarriti

26 giugno 2007 – Riccione fissa il record assoluto di bambini smarriti

Il 26 giugno 2007 fu segnato a Riccione un record che non risulta sia mai stato battuto. Ecco i fatti  nell’articolo di Nives Concolino su Il Resto del Carlino:

RICCIONE
Smarriti 41 bimbi
in un solo giorno

Genitori a caccia dei figli scomparsi. In un solo giorno a Riccione sono state ben 41 le segnalazioni di bambini allontanatisi senza dire nulla dall’ombrellone di mamma e papà. Un picco mai raggiunto

publiphono

Riccione, 26 giugno 2007 – RECORD di bimbi smarriti in spiaggia, domenica a Riccione. Le operatrici del Publiphono hanno ricevuto 41 segnalazioni. Alcune sono arrivate anche da Cattolica e Misano, località servite dalla stessa emittente.

Picchi del genere in una sola giornata non erano mai stati raggiunti. Non c’è stata tregua. Sotto gli ombrelloni l’ha fatta da padrone l’ansia e l’apprensione dei genitori. Grandi ricerche, estese anche ai comuni limitrofi per un bimbo rumeno sparito dalla spiaggia di Riccione.

E’ stato ritrovato dopo quattro ore in un bagno di Misano. Aveva camminato in continuazione. Una bambina di cinque anni è stata invece ritrovata a distanza di venti bagni.

Tra i piccoli turisti smarriti, in prevalenza maschi e di età compresa tra i 3 e i 6 anni, anche francesi e tedeschi. Gli italiani hanno fatto la loro parte. E non solo quelli più piccoli. La Publiphono ha lanciato infatti diversi appelli anche per un ragazzo di tredici anni. Alla fine tutti i dispersi sono stati ritrovati e sul volto dei genitori è tornato il sorriso.

Il lavoro di radiomare, come sottolinea Piero Baldinini, continua senza tregua, tutti i giorni dalle 9 alle 19. Agli annunci dei bimbi persi si alternano gli appuntamenti della sera, canzoni e spot. Un lavoro che va avanti da mezzo secolo. Dall’apertura a oggi si registrano oltre 35 mila annunci.

A proposito di smarrimenti. Dopo il nostro appello, è stata ritrovata la tartaruga di specie protetta che faceva compagnia a un bimbo di Montesilvano. L’animaletto «passeggiava» in viale Dante. In attesa del ritorno del suo padrone è stato affidata alla famiglia Tordi, vicina di casa.

Scroll Up