Home > Almanacco quotidiano > 28 aprile 1943 – Nasce a Riccione Rita di Lernia, attrice e doppiatrice

28 aprile 1943 – Nasce a Riccione Rita di Lernia, attrice e doppiatrice

Ma di chi è quella voce di Fanny Ardant in “Bolero” di Leluoche? E quella moglie dell’antiquario, nel “Mostro” di Benigni? Ma non è la mamma di Renato Zero in “Ciao nì!”?

Sì è sempre lei, Maria Rita Bresadola Di Lernia, nata a Riccione il 28 aprile 1943, attrice, doppiatrice e insegnante di recitazione.

Rita-Di-Lernia

Si diploma all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico in Roma nel 1962, ed inizia subito l’attività in campo teatrale, lavorando nel corso degli anni con i teatri Stabili di Genova, Torino e Milano e per la televisione. Come attrice cinematografica, inizia la carriera nel 1966; si è ritirata nel 2002.

Ha fatto parte del cast di una decina di film con ruoli di rilievo, tra i quali Il mostro accanto a Roberto Benigni e Nicoletta Braschi e in Ciao nì!, nella parte della mamma di Renato Zero.

Come doppiatrice è nota soprattutto per aver prestato la sua voce a Marie Laforêt in L’avaro, nel ruolo della Contessa Isabella Spinosi e a Fanny Ardant nel film Bolero di Claude Lelouch. Suo anche il doppiaggio di Whoopi Goldberg in La lunga strada verso casa , oltre che per una dozzina di personaggi di soap operas.

È direttrice della Scuola Teatro 23 insieme a Lorenza Biella e Riccardo Cavallo; nella stessa scuola è insegnante di educazione vocale e della parola, ed ha avuto tra i suoi allievi Monica Bellucci, Claudia Koll e Neri Marcorè.

Scroll Up