Home > Speciale Elezioni > Elezioni, l’endorsement di Alice Parma per Jamil Sadegholvaad

Elezioni, l’endorsement di Alice Parma per Jamil Sadegholvaad

Si avvicinano le elezioni amministrative: da Santarcangelo arriva l’endorsement del sindaco Alice Parma a sostegno del candidato del centro sinistra unito Jamil Sadegholvaad.

“Il 3 e 4 ottobre a Rimini si vota, ed è una tornata elettorale che, nella sua importanza, riguarda anche gli altri Comuni della Provincia, a cominciare da Santarcangelo. La Provincia di Rimini, come ogni altra in cui il Comune più grande ha la funzione di guida per quelli più piccoli, ha bisogno di un capoluogo forte come lo è stato Rimini nei dieci anni del sindaco Andrea Gnassi.

Questo soprattutto perché le sfide della complessità dell’oggi e del domani non possono essere affrontate con le divisioni e i campanilismi, ma con un’elaborazione comune da parte dell’intero territorio. Per questo serve un capoluogo capace di coltivare relazioni con gli altri Comuni e con gli altri enti locali e sovraordinati, di programmare investimenti di cui possa beneficiare tutto il territorio in sinergia con le altre realtà coinvolte.

Abbiamo sotto gli occhi diversi esempi recenti di questo modo di operare. Il primo è la firma del protocollo “One health” tra Comune di Rimini, Ausl Romagna e Università di Bologna, che farà di Rimini il punto centrale di un percorso strutturato nella presa in carico del cittadino dal punto di vista del benessere.

Si tratta di un lavoro già ben strutturato e finalizzato prima di tutto alla prevenzione, pensato per rafforzare la sanità territoriale – di cui la pandemia ha fatto capire tutta l’importanza – ma anche la cultura del benessere, aspetto per nulla secondario nell’ottica di una prevenzione a 360 gradi.

Il consolidamento dei cinque presidi ospedalieri presenti in Provincia e gli investimenti sulla medicina di prossimità – a cominciare dalle Case della salute – nonché sulla telemedicina, rappresentano una sfida per l’intero territorio provinciale, non solo per Rimini.

Un accordo che rientra, tra l’altro, negli sforzi a sostegno dell’Università, per avere un polo riminese saldo e in crescita: un investimento, anche questo, nel futuro delle generazioni che saranno le prossime protagoniste del sistema territoriale provinciale.

Un altro esempio che ho in mente è il progetto “Romagna next”, che allarga ulteriormente lo sguardo all’area vasta per progettare insieme il futuro delle Province di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna, rendendo di fatto la Romagna un “laboratorio” nazionale di pianificazione strategica interprovinciale.

E ancora, la candidatura di Rimini a capitale italiana della cultura 2025 insieme ai territori collinari, coronamento di un percorso che in questi anni ha portato il Comune capoluogo a mettere a valore il suo paesaggio e la sua storia per costruire una proposta culturale integrata.

In questi anni, sulla cultura, insieme a Rimini abbiamo fatto un lavoro importante su progetti comuni, da Tonino Guerra a Federico Fellini passando per Santarcangelo Festival.

Per quanto riguarda infine un altro fra i temi che legano più profondamente Santarcangelo a Rimini, c’è da co-progettare insieme il rinnovamento di un asse fondamentale come quello della via Emilia.

Un’altra grande sfida, con al centro il collegamento del trasporto rapido dalla stazione di Rimini alla fiera, fino a Viserba e alla stazione di Santarcangelo: un cambio di rotta importante per agevolare la scelta di un mezzo di trasporto sostenibile lungo i percorsi casa-scuola-lavoro, sgravando l’area nord del capoluogo dai carichi di traffico rilevanti ai quali è sottoposta la via Emilia.

In tutti i settori citati come nel mondo del lavoro, che sia turistico che manifatturiero, la sfida della competitività globale si affronta gestendo al meglio le complessità e le potenzialità che un territorio è in grado di esprimere con scelte strategiche di sistema.

Per continuare ad essere all’altezza dobbiamo proseguire sulla strada intrapresa. E mentre gli altri candidati sono un salto nel buio, che indebolirebbe Rimini e la sua Provincia ai tavoli di confronto con Bologna e il resto della Romagna, con Jamil Sadegholvaad non perdiamo nemmeno un giorno, trovando nuovamente nel Comune capoluogo un’Amministrazione capace di dar vita e coordinare anche progetti complessi, come quelli visti in questi anni a Rimini, proiettati su uno scenario di rilevanza territoriale”.

Ultimi Articoli

Scroll Up