Home > Economia > A Riccione solo un hotel su 5 aprirà per le feste “e a Rimini non più di 100”

A Riccione solo un hotel su 5 aprirà per le feste “e a Rimini non più di 100”

A Riccione solo un hotel su 5 aprirà per le feste di Natale e fine anno. E’ quanto risulta dal sondaggio di Federalberghi, cui hanno risposto 121 soci. L’obiettivo era quello di sapere quanti alberghi apriranno le porte ai turisti per le festività natalizie.

Su 121 hanno risposto che apriranno l’albergo in 24, 10 sono ancora incerti, mentre 87 non apriranno. Nello stesso periodo l’anno scorso nella Peròa Verde erano aperti 150 tra alberghi e RTA.

Dall’analisi delle stelle si nota che l’offerta sarà maggiore dei 4/5 stelle (13), a seguire i 3 stelle (10) e solo un 2 stelle.
Gli hotel aperti proporranno al 56% pensione completa, 40% mezza pensione e 4% B&B. La chiusura serale dei ristoranti costringe molti alla riapertura delle cucine.

La domanda conclusiva chiedeva il calo di fatturato della propria attività rispetto al 2019. Ad oggi la media dichiarata è del -45% di poco sotto a quella certificata dall’ISTAT, -52% del settore alberghiero nei primi 9 mesi del 2020.

“L’associazione e il suo osservatorio sono pronti anche in quest’occasione a fotografare e condividere valutazioni preziose per l’intera città e la ricerca ci restituisce tutto sommato di un risultato positivo per la città”. afferma Claudio Montanari responsabile dell’Osservatorio Turistico.

“Considerando la difficoltà contingente del settore turismo che affronta oggi un momento drammatico, e comparato con altre città, Riccione dimostra di saper stare sul mercato nonostante l’incertezza e un quadro normativo sempre più sfavorevole, con un classe di imprenditori pronti a rischiare e a cogliere l’onda appena le condizioni lo consentiranno”, conclude Montanari.

A Rimini, anche se in assenza di dati certi, la tendenza avvertita pare essere la stessa: “Credo che non apriranno più di 100 alberghi su 650 – dice la presidente dell’A.I.A. Patrizia Rinaldis – anche se al momento regna l’incertezza più totale. Le richieste dei clienti da fuori regione sono state tantissime, ma i limiti aggli spostamenti potrebbero vanifucare un interesse che molto alto a venire in riviera”.

E la Rinaldis aggiunge: “Lo stesso obbligo della cena in camera per Capodanno restringe le possibilità. Dipende dalle strutture: alcuni hotel possono offrire una stanza accanto, ma ovviamente non tutti sono in queste condizioni”. 

Ultimi Articoli

Scroll Up