Home > Eventi Cultura e Spettacoli > A Rimini il primo evento dell’epoca post-covid dell’Accademia Italiana Soft Skills

A Rimini il primo evento dell’epoca post-covid dell’Accademia Italiana Soft Skills

Romagna capitale delle soft skills: 40 partecipanti provenienti da tutta Italia hanno dedicato l’intero weekend ad affinare le più innovative tecniche per lavorare in gruppo e gestire lo stress, per stimolare le doti di leadership e la risoluzione creativa e non convenzionale dei problemi.

L’occasione, a Rimini, il primo evento fisico 2020 dell’Accademia Italiana delle Soft Skills: in aula due formatori di fama internazionale, Gianluca Bucci, pioniere delle procedure di auto affermazione, e Danilo Bascucci, una delle più autorevoli figure manageriali nel mondo del fitness italiano.
Re degli argomenti trattati il cambiamento, scenario attualissimo in questa estate post pandemica e non solo per i corsisti, uomini e donne desiderosi di amplificare le proprie caratteristiche caratteriali e comportamentali.  Un evento finalmente in presenza, nel pieno rispetto delle normative anti covid, per questi manager ed imprenditori che, dopo 6 mesi di formazione a distanza, si dedicano ad esercizi e simulazioni per ottenere una migliore performance lavorativa ed una maggiore reattività alla trasformazione epocale che il mercato sta attraversando.

Se fino a qualche decennio fa” spiega Danilo Bascucci “per svolgere un’attività lavorativa bastava possedere competenze di natura “tecnica” (in inglese hard skill), strettamente connesse al bagaglio formativo e alle esperienze pregresse, oggi non è così. Il mondo del lavoro è più competitivo e la preparazione tecnica serve solo se accompagnata dalle capacità cosiddette “soft”, ovvero quelle trasversali connesse all’empatia, alla comunicazione ed alla capacità di reazione”.

Nella vita” gli fa eco Gianluca Bucci “si deve essere protesi al benessere. Quello che sto facendo in questa due giorni riminese è fornire gli strumenti affinché ogni allievo possa far emergere e sfruttare le proprie soft skills. Iniziamo da uno schema di regole e procedure che ho creato io, per poi calarlo nella vita personale e lavorativa di ognuno di loro, partendo da ogni esperienza soggettiva vissuta, per recuperare e potenziare soluzioni che sono dentro ognuno di noi. Un capitale che spesso è inespresso e che con l’esercizio e le tecniche giuste può essere capitalizzato”.

L’Accademia saluta i suoi allievi con un arrivederci: il prossimo appuntamento di agosto, che precederà il grande evento nazionale di ottobre a Roma, si svolgerà nuovamente a Rimini, location scelta non solo per la centralità territoriale ma anche per la caratteristica prontezza di reazione che storicamente caratterizza il territorio romagnolo e che mai come in questo contesto è di augurio per i manager ed imprenditori in aula, che sappiano valorizzare i loro punti di forza ed essere versatili e pronti all’azione.

Scroll Up