Home > Primo piano > Addio a Edgardo Gelli, voce dell’Orchestra Casadei

Addio a Edgardo Gelli, voce dell’Orchestra Casadei

Si terranno lunedì 15 novembre alle ore 15,00 i funerali di Edgardo Gelli, morto tragicamente nel tardo pomeriggio dell’8 novembre. La “voce della Romagna”, come era conosciuto per la sua attività e passione di una vita, la musica, avrebbe compiuto 87 anni il 20 novembre.

Il forlivese Gelli (nato a Corniolo di Santa Sofia) è stato travolto da un suv nel pomeriggio di lunedì 8 novembre, mentre attraversava la strada presso Bivio di Borzaga, fra Urbino e Fermignano, dove risiedeva da alcuni anni.

Allievo della famosa insegnante di canto bolognese Ada Scaglioni, per un anno rimase con l’orchestra da ballo “Ely Neri” e per cinque anni con “Silvano Prati”, suo insegnante di sassofono. Nel 1966 nacque il complesso “Edgardo Gelli e i Mattatori” composto dallo stesso (sax-voce), Giorgio Cortini (tastiere), Pier Giuseppe Flamigni (clarino), Alberto Parmiani “Padre Mariano” (batteria), e Adolfo Berardi “Ado Raldi” (chitarra-voce).

Grazie alla sua popolarità, Gelli debuttò nell’ottobre del 1969 con l’orchestra Casadei. Oltre a “Romagna mia”, incise “La mia gente” e “Verso casa mia”. Nel giugno del 1974 uscì dall’orchestra Casadei, fondando un orchestra che portò il suo nome affiancato da Franco Perini (tastiera), Adamo Dormicchi (batteria), Alfredo Pagliardini (tromba-chitarra-basso-voce), Giorgio Giacomi (sax-clarino), Tony Psotti (fisarmonica), Claudio Santini (trombone), Gino Santini e le cantanti Fiorella, Titti e Tiziana Paci.

Nel 1986 entrò nell’orchestra “La Storia di Romagna”, mentre nel 1988 fu protagonista nell’orchestra “I Fratelli della Romagna” con Marco Lascialfari, Antonello Guerra (clarino-sax), Riccardo Casacci (sax), Ivano Pescari (fisarmonica-tastiere), Anna (pianoforte-tastiere), Silvano Grilli (batteria) e le cantanti Viviana poi Elisabetta e Gioia. Nel 1992 Gelli tornò nel quintetto composto da Fabrizio Palazzi (fisarmonica-tastiere), Gianiuca Grossi (tastiere-voce), Dante Balducci (trornba) e Simota (voce solista). Gelli partecipò anche a diverse edizioni del Festivalbar e al Festival di Sanremo

Edgardo Gelli aveva ricevuto nel febbraio scorso una lettera dal presidente della Repubblica Mattarella come ringraziamento per il suo impegno e l’arte nel cantare la musica romagnola e la tradizione del ballo liscio.

Edgardo nel 1975 aveva abbracciato la fede dei Testimoni di Geova. “Da allora  in poi – fanno sapere i confratelli – era divenuto un appassionato studioso della Bibbia dalla quale traeva indicazioni per la propria vita e quella della sua famiglia. Ogni qualvolta era possibile dedicava tempo per diffondere le proprie credenze, spiegando convintamente a conoscenti, amici ed estranei la speranza di un prossimo e positivo cambiamento mondiale reso possibile dal Regno di Dio e dal sacrifico di Gesù”.

I funerali si terranno in forma privata con i familiari e gli amici più stretti nella Sala del Regno dei Testimoni di Geova di Fermignano. Per motivi legati alla pandemia da Covid-19 non sarà possibile assistere di persona alla cerimonia funebre. Per questo i testimoni di Geova locali organizzeranno una diretta sulla piattaforma Zoom.

La salma di Edgardo Gelli sarà esposta da sabato nella camera mortuaria dell’ospedale Santa Croce di Fano.
Il link della piattaforma Zoom per collegarsi ed assistere alla cerimonia funebre che sarà officiata da un ministro di culto dei testimoni di Geova è il seguente:

ID riunione: 823 0965 6488
Passcode: Edgardo
Il collegamento sarà attivo dalle 14:30

Ultimi Articoli

Scroll Up