Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Addio a Fred Bongusto, voce della riviera negli anni d’oro

Addio a Fred Bongusto, voce della riviera negli anni d’oro

E va bene, la sua “Rotonda sul mare” era quella di Senigallia. Ma Fred Bongusto ha cantato l’estate romagnola degli anni Sessanta come pochi e ne è stato protagonista assoluto: all’Embassy e la Paradiso di Rimini come al Savioli e al Vallechiara di Riccione o al Marechiaro di Gabicce. Questa notte Alfredo Antonio Carlo Buongusto, questo il suo vero nome, se n’è andato nella sua casa di Roma. Era nato a Campobasso 84 anni fa ed era malato da tempo.

La sua voce calda e sensuale, da vero crooner, lo aveva fatto notare fin da quando era studente nella sua città natale. Ma, appassionato di jazz, studia anche la batteria assieme a Massimo Boldi, col quale resterà amico.

Ul suo 45 giri d’esordio è con i “I 4 Loris”  nel 1961 con “Madison Italiano/Notte d’amore”. Il successo discografico arriva già nel 1962 con “Bella bellissima” e soprattutto “Doce doce”. L’affermazione definitiva è con “Una rotonda sul mare” del 1964. E poi l’infinita serie di hit: “Malaga”,” Spaghetti a Detroit”, “Amore fermati”, “Frida”, “Tre settimane da raccontare”, “La mia estate con te”, “Lunedì”, “Prima c’eri tu”, “Mare non cantare”,  Il mare quest’estate”, “Una striscia di mare”, “Questo nostro grande amor”, “Perdonami amore”, “La mia estate con te” , “Balliamo”.

Nel 1979 Bongusto fu vittima uno drammatico episodio. Due individui, spacciandosi per fattorini, fecero irruzione in casa sua, legarono, imbavagliarono e malmenarono la moglie Gabriella Palazzoli e la governante, per poi rubare denaro, gioielli e il disco d’oro di Bongusto, per un valore di diverse centinaia di milioni. Solo in seguito si scoprì che il colpo era stato messo a segno da due terroristi neofascisti, Cristiano Fioravanti e Alessandro Alibrandi, per finanziare le imprese criminali dei NAR, i sedicenti Nuclei Armati Rivoluzionari.

Il 18 marzo del 2005 l’allora presidente del Consiglio Silvio Berlusconi gli  consegnò una targa d’argento per i 50 anni di carriera, festeggiati successivamente, il 30 maggio del 2007, al Gilda di Roma. Il 26 maggio dello stesso anno viene insignito dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell’onorificenza di Commendatore ordine al merito della Repubblica italiana,

Scroll Up