Home > Ultima ora politica > Aggressioni Rimini, Lamorgese risponde a interrogazione Molinari (Lega)

Aggressioni Rimini, Lamorgese risponde a interrogazione Molinari (Lega)

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, risponderà oggi, mercoledì 15 settembre, a una interrogazione sulla revisione delle politiche di accoglienza dei migranti, anche alla luce di una recente aggressione verificatasi a Rimini, presentata da Riccardo Molinari, presidente dei Deputati della Lega alla Camera.

Molinare ha attaccato il ministro sul rave di Viterbo e poi sull’episodio di Rimini: “Il Governo Conte ha cancellato i decreti Salvini facendo decuplicare gli sbarchi, quanto accaduto a Rimini  si spiega solo con la scelta politica di cancellare quei decreti. Uno che gira strafatto di droga ed armato di un coltello non andrebbe tenuto rinchiuso? Parlare di ius soli serve solo a fare aumentare la pressione migratoria sul nostro Paese”, ha dichiarato Molinari.

“Noi siamo entrati nel governo Draghi per vedere la discontinuita’” rispetto al precedente governo, quindi “cambi rotta perche’ diversamente, cosi’, non possiamo andare avanti”, ha concluso il presidente dei deputati leghisti, intervenendo in Aula.

La ministra ha preso la parola alle 15 per il question time. “Il responsabile dei gravi fatti accaduti a Rimini non ha agito per finalità riconducibili a una matrice fondamentalista – ha detto nella sua risposta – era in uno stato di forte alterazione dello stato di equilibrio psicologico che fino a quel punto si era manifestata solo con aggressività verbale nel corso della sottoposizione a un tampone il giorno prima dell’aggressione”. Il ministro ha anche sottolineato che il migrante era privo di precedenti di polizia.

Ultimi Articoli

Scroll Up