Home > Cronaca > “I Aid Madagascar”: vogliamo aiutare chi li aiuta a casa loro?

“I Aid Madagascar”: vogliamo aiutare chi li aiuta a casa loro?

Aiutare i bambini del Madagascar. Un intento davvero nobile quello che il morcianese Roberto Ricci (62 anni), sta portando avanti, ormai, da qualche tempo. A segnalarmi questa bella storia di solidarietà è stato Paolo Filippini, il proprietario di Paolino Tortellino di Rimini. Paolo sta aiutando Roberto a raccogliere fondi da destinare ai bambini di questo paese africano. Tramite la sua Associazione Onlus “I Aid Madagascar”, costituita nell’aprile dell’anno scorso, sta cercando di dare speranza e un futuro migliore ai questi bambini.

Roberto Ricci

Paolo, da quanto conosci Roberto?

«Conosco Roberto da alcuni anni, era un amico di mio padre».

Che cosa ha realizzato in questi anni in Madagascar?

«È stato un imprenditore nel settore dei software fino al 2015, quando ha deciso di partire per una vacanza per il Madagascar, rimanendo altri 7 mesi rispetto al tempo della villeggiatura. Da quel momento, insieme ad un’associazione di Montecatini, ha cominciato a realizzare pozzi, scuole, a fornire materiale scolastico per bambini di tre villaggi. Successivamente, nel 2017, è ritornato e ha costruito due nuove scuole, tre toilette, due pozzi, un parco giochi, donando ancora materiale per la scuola per 360 bambini. Con la creazione della Onlus, ha avuto la possibilità anche di donare il 5×1000».

Poi è ritornato nuovamente in Italia?

«Sì, si è rimesso in affari come direttore commerciale per una società che si occupa sempre di software e contrattualmente gli danno la possibilità di lavorare da ottobre a maggio in Italia e da giugno a settembre porta avanti i suoi progetti in Madagascar. A questo proposito, ha fondi per realizzare un pozzo, ma ha ricevuto anche altre richieste per la costruzione di scuole e tre toilette. Purtroppo ancora non ha soldi e tempo sufficiente per realizzarli entro quest’anno. Se entro la fine di luglio riuscirà a raccogliere 5000 euro, potrà mettere in piedi una scuola materna, perché là ne hanno davvero un gran bisogno».

Come possiamo aiutarlo?

«Se volete aiutare Roberto Ricci nella sua missione, potete consultare la pagina fb I Aid Madagascar, che lui aggiorna costantemente e il sito: www.iaidmadagascar.com».

Nicola Luccarelli

Scroll Up