Home > Primo piano > Al cassonetto col telefonino, Hera: “50mila smarty entro 2025”

Al cassonetto col telefonino, Hera: “50mila smarty entro 2025”

La raccolta differenziata diventa sempre più interattiva e rispettosa dell’ambiente. Come? Grazie al sistema Smarty, i cui contenitori “intelligenti” di ultima generazione sono stati presentati questa mattina dal Gruppo Hera a Ecomondo di Rimini.

Le novità del sistema ‘Smarty’

Lo Smarty è un sistema di innovativi contenitori per i rifiuti pensato dal Gruppo Hera per aumentare quantità e qualità della raccolta differenziata.

Oltre a riconoscere l’utente tramite Carta Smeraldo o smartphone, con sistema operativo Android e app Il Rifiutologo installata, gli Smarty registrano i conferimenti in modo sicuro perché la comunicazione dei dati raccolti sul campo avviene in modo protetto alla piattaforma proprietaria, operativa h 24 7 giorni su 7, incentivando una raccolta differenziata di qualità. Inoltre, sono ancora più igienici: senza maniglie o leve rendono possibile conferire i rifiuti senza alcun contatto fisico con i contenitori.

Quelli di ultima generazione presentati in anteprima oggi a Ecomondo hanno un nuovo layout e sono più belli, grazie a forme e materiali moderni, più facilmente utilizzabili e hanno minore possibilità di incaglio, grazie ad un meccanismo tecnologicamente all’avanguardia. Inoltre, consentono una migliore saturazione degli spazi interni e sono impermeabili all’acqua piovana.

“E’ anche un sistema flessibile e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, con un occhio di riguardo all’estetica: i contenitori intelligenti di ultima generazione sono infatti più belli, grazie a forme e materiali moderni, e adattabili a centri storici e località turistiche; inoltre sono impermeabili all’acqua piovana e più facili da utilizzare”

In arrivo 50 mila nuovi contenitori intelligenti entro il 2025

Ad oggi sui territori serviti dal Gruppo Hera sono stati installati oltre 3.150 cassonetti Smarty, dotati di sistema di riconoscimento utente e di misurazione rifiuti per migliorare la qualità della raccolta differenziata. Di questi, circa 1.600 sono stati collocati in Emilia e 1.550 in Romagna, soprattutto a Rimini, dove sono operative oltre 500 postazioni (pari a 1.520 cassonetti), e a Riolo Terme, dove ne sono stati inseriti 30 nelle zone del forese.

L’introduzione di sistemi di conferimento controllati ha portato, in passato, ad un aumento della raccolta differenziata, soprattutto a Ferrara, dove la percentuale di raccolta nel 2021 sta sfiorando l’87%.

Per quanto riguarda in particolare gli Smarty di ultima generazione, è prevista entro il 2025 la collocazione di circa 50 mila contenitori intelligenti nelle aree del territorio emiliano-romagnolo gestito dal Gruppo Hera.

Con le Eco Smarty e le torrette interrate le città sono più belle

Il sistema Smarty comprende, oltre ai contenitori stradali, anche le torrette informatizzate interrate e le Eco Smarty, strutture modulari personalizzabili dotate di pannello fotovoltaico per renderle autosuficienti dal punto di vista energetico, sensore di rilevamento del livello di riempimento con trasferimento dati alla base operativa e sistema di igienizzazione per indifferenziato e organico.

Entrambe le strutture non solo sono sicure e innovative, ma abbelliscono anche l’ambiente: le Eco Smarty e le torrette hanno dimensioni e caratteristiche adatte ai centri storici e località turistiche, in questo modo Hera intende sviluppare un sistema sostenibile di raccolta differenziata migliorando anche la percezione della qualità ambientale e architettonica dello spazio urbano. Ad esempio, le nuove postazioni interrate sono particolarmente adatte per i centri storici delle città, che vengono così liberati dalle attrezzature più ingombranti, e possono essere collocate anche nelle vicinanze di elementi di pregio storico-monumentale.

Ogni isola ecologica interrata è provvista di cinque torrette-contenitori destinati alla raccolta differenziata di vetro, plastica/lattine, carta, organico e indifferenziato. La parte sotterranea è costituita da una campana di volumetria differenziata in base al tipo di rifiuto e ogni vano interrato viene sottoposto periodicamente a una serie di controlli di manutenzione e di pulizia per garantirne sempre l’efficienza. Questo sistema è stato inaugurato nel centro storico di Rimini, dove da fine luglio sono operative le prime 4 torrette informatizzate previste dal progetto, che coinvolge circa 5.000 utenze tra domestiche e non domestiche e prevede la realizzazione di 14 isole ecologiche interrate che consentiranno una migliore organizzazione degli spazi urbani attraverso la riduzione del numero dei contenitori e del passaggio dei mezzi di raccolta, con conseguenti vantaggi sul fronte dell’inquinamento atmosferico.

“Con il Sistema Smarty la raccolta differenziata fa un ulteriore passo in avanti verso l’innovazione, grazie a una tecnologia in grado di modulare il prodotto secondo i fabbisogni, e la sicurezza, tramite un sistema di comunicazione protetta con raccolta dati direttamente sul campo che viene trasferita alla centrale operativa” precisa Franco Fogacci, Direttore Centrale servizi ambientali e flotte del Gruppo Hera.

“E’ anche un sistema flessibile e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, con un occhio di riguardo all’estetica: i contenitori intelligenti di ultima generazione sono infatti più belli, grazie a forme e materiali moderni, e adattabili a centri storici e località turistiche; inoltre sono impermeabili all’acqua piovana e più facili da utilizzare” aggiunge Guglielmo Calabrese, Amministratore Delegato di Uniflotte, la società del Gruppo Hera che gestisce le flotte aziendali e i contenitori ambientali.

Ultimi Articoli

Scroll Up