Home > Speciale Elezioni > Alessandro Zan ed Elly Schlein arrivano in città per Rimini Coraggiosa

Alessandro Zan ed Elly Schlein arrivano in città per Rimini Coraggiosa

Il deputato del PD Alessandro Zan, relatore del disegno di legge contro l’omo-bi-transfobia, la misoginia e l’abilismo approvato in prima lettura dalla Camera dei deputati il 4 novembre 2020, sarà a Rimini domani, martedì 28 settembre, alle ore 18, presso il Rockisland Molo di Levante, per presentare il suo libro “Senza paura – La nostra battaglia contro l’odio” .

L’iniziativa, organizzata dal PD di Rimini e da Rimini Coraggiosa, prevede che l’onorevole Zan dialoghi con Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia Romagna, promotrice nel 2020, insieme ad altri, della lista Emilia-Romagna Coraggiosa, sempre sensibile e attiva nel difendere i temi dei diritti e delle libertà civili contro ogni discriminazione. La presenza di Alessandro Zan e di Elly Schlein sul contrasto dell’odio omo-bi-transfobico a Rimini è significativa, infatti la nostra città è molto attiva sull’attivismo con uno dei pride più apprezzati d’Europa, ma malgrado ciò sono molti i casi di omo-transfobia che sono avvenuti e che hanno coinvolto, secondo la denuncia di Arcigay, anche una candidata dello schieramento di destra.

“Senza paura” è il grido energico e determinato di un Paese che vuole superare l’omo-bi-transfobia, per uscire dal bigottismo e ancorarsi ai Paesi più avanzati in tema di diritti civili.

Il disegno di legge che porta il nome del deputato Zan è una proposta che ha creato come poche volte nella storia repubblicana, un dibattito e una partecipazione forte sia dentro che fuori il Parlamento. Il suo libro è molte cose insieme: un racconto autobiografico intimo e privato in cui l’autore condivide con il lettore il suo percorso faticoso ma consapevole di militante Lgbt. Ma non solo: Alessandro Zan spiega le necessità di una legge che combatta l’odio. Denuncia l’approccio eteronormativo del diritto, il patriarcato nelle sue molteplici e inconsce forme di dominio. Infine racconta quelli che sono i sostenitori del Ddl e gli oppositori più accaniti e mascherati. Partendo, però, da un presupposto chiaro: questa è una legge a tutela di tutti e tutte. Perché amare chi si vuole e come si vuole, senza paura, è un diritto fondamentale. Per essere se stessi, senza nascondersi. “Senza paura” .

L’incontro è a ingresso libero. È obbligatorio il green pass.

Ultimi Articoli

Scroll Up