Home > Politica > Alla Fiera di Morciano l’auto della Dolce Vita: targata Casa Pound

Alla Fiera di Morciano l’auto della Dolce Vita: targata Casa Pound

Il presidente della Regione Emilia – Romagna, Stefano Bonaccini, in compagnia di Giorgio Ciotti Sindaco di Morciano inaugurerà il 10 marzo l’edizione 2018 della tradizionale Fiera di San Gregorio. Un’inaugurazione accattivante, perché avverrà a bordo di vere leggende dell’automobilismo.

In Piazza del Popolo dalle 15 sfileranno infatti tre autentici miti a quattro ruote: la Triumph Tr3A,  spider simbolo della Dolce Vita, che nel film di Fellini era guidata da Marcello Mastroianni; uno dei quattro esemplari esistenti al mondo della Mercedes Simplex del 1903;infine, la Allard K1 del 1948 appartenuta al grande divo di Hollywood Clark Gable. Con a bordo le autorità locali, il rombante corteo si trasferirà al padiglione fieristico dove si terrà il concerto inaugurale.

La Triumph Tr3A della Dolce Vita presentata a Roma nel 2016

Così nel comunicato pubblicato sul sito della Fiera di San Gregorio 2018.
Nulla di strano o particolare. Il presidente della Regione ed il sindaco inaugurano la più importante fiera legata all’agricoltura e all’allevamento della provincia di Rimini e non solo.

Ma c’è un particolare che rischia di diventare delicato dal punto di vista politico.
Quella Triumph Tr3, la stessa la spider con cui l’indimenticabile Marcello passa da una scena all’altra de La Dolce Vita di Fellini, è infatti oggi di proprietà dell’ex senatore Filippo Berselli. Il veterano del parlamento ed ex sindaco di Montefiore Conca, grande appassionato di auto d’epoca, ha acquistato nel 2016 per poco più di 30 mila euro proprio l’esemplare che il regista riminese utilizzò per girare uno dei suoi capolavori. Berselli ha fatto poi amorosamente restaurare la vettura, casualmente nera, da Fabrizio Pompilio della Carrozzeria Racing Color di Coriano, per poi presentarla in anteprima nella medesima carrozzeria il 14 luglio 2016 alla presenza del sindaco Mimma Spinelli, prima di portarla a Roma per “restituirla simbolicamente al cinema italiano”.

“Simbolicamente”, da momento che il gioiellino appartiene tutt’ora all’avvocato ed ex parlamentare bolognese. Il problema è che Filippo Berselli non è solo un ex senatore, ma attualmente è il capolista di CasaPound a Bologna.

Domande:  il proprietario dell’auto nonché esponente di spicco di CasaPound sarà presente alla Fiera di San Gregorio?Il presidente della Regione Bonaccini che sfilerà sulle auto d’epoca era stato messo a conoscenza di questo aspetto? E qualcuno ha valutato possibili “reazioni avverse” come se ne sono registrate di frequente contro la presenza di esponenti e simboli di CasaPound? Tanto più che l’annuncio che la Triumph berselliana sarà a Morciano è avvenuto a 10 giorni dal voto del 4 marzo: per quanto bella e storica, era proprio indispensabile  quell’auto alla Fiera di San Gregorio in un contesto simile?  

Ultimi Articoli

Scroll Up