Home > Intervista > Alzheimer, 5 mila famiglie da aiutare nella provincia di Rimini

Alzheimer, 5 mila famiglie da aiutare nella provincia di Rimini

Non riconoscere le persone a noi più care. Cadere in un limbo e non riuscire a trovare la strada di casa. Si chiama morbo diAlzheimer e colpisce prevalentemente gli anziani oltre i 65 anni, ma può manifestarsi anche prima. Questa malattia, che prende il nome dal patologo tedesco che la descrisse per la prima volta nel 1906, è   un processo degenerativo che distrugge progressivamente le cellule cerebrali, rendendo l’individuo che ne affetto incapace di una vita normale. Il sintomo precoce più frequente è la difficoltà nel ricordare eventi recenti, mentre con l’avanzare dell’età si possono riscontrare disorientamento, cambiamenti repentini di umore e incapacità di prendersi cura di sé. I malati di Alzheimer nel mondo sono 36 milioni, mentre in Italia sono circa 1 milione.

Per aiutare queste persone e, soprattutto, le famiglie che hanno un parente che deve fare i conti con questa particolare demenza, sono nate Onlus come Alzheimer Rimini, che dal lontano 1993 opera sul tutto il territorio della provincia. Pochi giorni fa, questa associazione ha ricevuto una donazione di 1000 euro da parte di Federica e Nicolò, una giovane coppia di sposi riminesi che, invece di regalarsi le solite bomboniere, ha deciso di fare un gesto concreto e solidale verso chi ha più bisogno. Il Presidente di questa Onlus, Giorgio Romersa, 71 anni,  oltre a ringraziare i due sposini, racconta i progetti e le attività portate avanti dall’associazione in questi 25 anni.

Presidente, che effetto le ha fatto ricevere 1000 euro da parte di Federica e Nicolò? Li conoscevate?

«Si sono presentati un sabato mattina, dopo averci inviato una mail e ci hanno comunicato la loro decisione assolutamente sorprendente ed inaspettata. Non conosco le loro famiglie, so solo che Federica è una geriatra neo-laureata e che ha fatto un tirocinio a Parma. Siamo rimasti molto colpiti dalla loro generosità e li ringraziamo tanto. A tal proposito, se qualcuno volesse contribuire, come hanno fatto Federica e Nicolò, sul nostro sito: www.alzheimerrimini.net, troverete il codice iban per effettuare la donazione».

Torniamo alla vostra associazione, da quanto è Presidente? Che cosa vuol dire ricoprire questa carica?

«Dal 2009 e ci si deve impegnare ad aiutare i caregiver, ovvero i famigliari, che hanno il carico maggiore e naturalmente le persone colpite da questa demenza».

Quanti sono, a Rimini, i malati di Alzheimer? È una malattia che colpisce più le donne o gli uomini?

«Nella provincia di Rimini sono 4500/5000. Nella maggioranza dei casi colpisce più le donne, perché hanno una vita media più elevata. Si prevede anche incremento nei prossimi anni, visto che l’età media si sta elevando e questa è una malattia legata all’età».

Quanti, nel 2017, sono venuti in contatto con voi?

«Circa 700/800 persone affette da Alzheimer e loro famigliari».

Qual è il vostro obiettivo?

«Dare un supporto psicologico e formare i caregiver, stimolare la memoria di queste persone, andare su tutto il territorio per fare conoscere questa patologia a più gente possibile».

Quanti operatori fanno parte della vostra associazione. Sono tutti volontari? E i soci invece quanti sono?

«Circa 12 persone tra psicologi, liberi professionisti, educatori, dipendenti di cooperative, che vengono remunerati con donazioni e FRNA (Fondo Regionale Non Autosufficienza n.d.r), per la realizzazione di progetti mirati. I volontari sono circa una ventina, mentre i soci sono 250 con un turnover del 65-70% all’anno».

Avete in cantiere qualche progetto in questo periodo per sensibilizzare ulteriormente le persone verso questa patologia?

«Organizziamo da sempre manifestazioni, a livello locale, legate al Caregiver Day regionale nell’ultimo sabato di maggio, o alla Giornata mondiale della malattia di Alzheimer il 21 settembre, e alla raccolta fondi: cena sociale di fine novembre, e punto di incontro presso gli ipermercati nel periodo natalizio».

Per ulteriori info: www.alzheimerrimini.net; pagine fb Associazione Alzheimer Rimini

Nicola Luccarelli

Scroll Up