Home > Ultima ora cronaca > Ancora violenza a Riccione: picchia senza motivo passanti e poi carabinieri

Ancora violenza a Riccione: picchia senza motivo passanti e poi carabinieri

Durante le Notte Rosa a Riccione sono passati agli onori delle cronache tre episodi di inaudita violenza. Il primo nella notte prima serata quando un venticinquenne magrebino è stato accoltellato da un connazionale ventenne per motivi legati allo spaccio di stupefacenti. Il ragazzo è stato colpito da due fendenti, uno al polmone e l’altro allo stomaco, ma non risulta in pericolo di vita.

L’aggressore è stato arrestato per tentato omicidio dai Carabinieri della stazione di Riccione.

Nella notte tra sabato e domenica in Piazzale Azzarita un 18enne albanese residente a Fidenza è stato brutalmente picchiato con calci e pugni da un branco di ragazzi pare per futili motivi. Stando a quanto raccontato dagli investigatori a scatenare la scarica di colpi proibiti addosso al giovane pare sia stato il furto di un cappellino. Il giovane è ora ricoverato all’ospedale bufalini in gravi condizioni.

Nella stessa serata un moldavo di 20 anni che girovagava ubriaco in Viale D’Annunzio ha picchiato brutalmente un passante, un perugino in vacanza in riviera e i poi anche i Carabinieri intervenuti per fermarlo. E’ stato arrestato con l’accusa di lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

Scroll Up