Home > Ultima ora sport > Aragon, in Moto2 vince Lowes. Bastianini (2°) leader del mondiale

Aragon, in Moto2 vince Lowes. Bastianini (2°) leader del mondiale

ARAGON – Sam Lowes, trentenne inglese ma anche un po’ italiano – vive a San Marino, moglie e figlia romagnole – , vince in Moto2 una gara che premia pure il talento e il coraggio di Enea Bastianini: il 22enne riminese chiude al 2° posto al termine di una strepitosa rimonta (in griglia partiva dalla dodicesima casella) e passa in testa al mondiale. E’ una classifica incredibile dopo 10 corse, con 3 piloti in sole 5 lunghezze: comanda il ragazzo dell’Italtrans con 155 punti, Lowes è a -2 e Luca Marini a 150. Il fratello  di Valentino, al secondo ‘zero’ consecutivo, è caduto dopo pochi giri e per il momento ha detto addio alla leadership. Nella ghiaia è finito anche il suo compagno di squadra, l’altro riminese Marco Bezzecchi, che sfortuna: il 21enne pilota della Vr46 ha comandato per tutto il gp spagnolo ma è scivolato a 2 giri dal termine, ed è una caduta che potrebbe compromettere anche la sua corsa al titolo (ora è 4° nel ranking, a -25). Capitombolo anche per Fabio Di Giannantonio, il solo che per un momento era riuscito a mettersi davanti a Bezzecchi e proprio allora – curva 2, con 11 giri al termine – ha perso il controllo della sua Speed Up dicendo addio all’impresa.

“E’ una sensazione incredibile, non mi aspettavo una gara così”, festeggia la Bestia. “Partivo lontano, nel fine settimana il feeling con la moto era disastroso: ma sono stato aggressivo – con un pizzico di pazienza al via – , ho ritrovato la velocità e non mi sono posto nessun obiettivo, cercando solo di divertirmi. Bella battaglia con Martin, ce l’ho fatta e mi dà un sacco di carica, adesso oltre al podio mi prendo la testa del campionato: è bellissimo, speriamo tra una settimana di stare ancora davanti”. Enea ‘la Bestia’ Bastianini è al 4° successo della stagione, più altri 2 podi. Dopo un primo, impressionante recupero. Si è a lungo battuto con lo spagnolo Jorge Martin, poi salito sul gradino più basso del podio: una sfida dal sapore doppio, perché entrambi nella prossima stagione correranno per la Ducati in MotoGP, Enea con Avintia e Jorge – fermato in precedenza per un paio di gare perché positivo al Covid – con la Pramac. Oggi a punti sono andati anche Simone Corsi (10°) e Stefano Manzi (15°).

Da Repubblica

Scroll Up