Home > Speciale Elezioni > Arcigay interroga tutti i candidati romagnoli: chi risponde e cosa dice

Arcigay interroga tutti i candidati romagnoli: chi risponde e cosa dice

In occasione delle prossime elezioni amministrative Arcigay ha posto 5 domande a chi si candida.

1 – Sostenete l’approvazione della legge regionale contro l’omo-transfobia?
2 – Vi impegnate a creare un ambiente accogliente e inclusivo per dipendenti LGBT del Comune?
3 – Darete il patrocinio e sosterrete il Rimini Summer Pride del 27 luglio?
4 – Celebrereste di persona le unioni civili?
5 – Vi impegnate a prevenire gli episodi di bullismo omofobico nelle scuole di vostra competenza?
Sono state contattate tutte le liste che parteciperanno alle elezioni della provincia di Rimini attraverso i canali ufficiali resi disponibili, e abbiamo ricevuto le risposte di 16 tra candidati e candidate alla posizione di sindaco/a e di consigliere/a. Tutte e risposte sono state pubblicate sulla  pagina Facebook https://www.facebook.com/ArcigayAlanTuring/
“Naturalmente – sottolinea Arcigay – rispondere alle nostre domande è facoltativo e una mancanza di risposta non significa di per sé preclusione sui nostri temi, ma sicuramente l’aver dedicato tempo a rispondere è un segnale molto positivo e già significativo di per sé. È ancora possibile rispondere alle domande, le risposte verranno pubblicate sulla nostra pagina Facebook e sollecitiamo chi ancora non lo abbia fatto a prendere posizione anche in senso negativo sulle nostre domande. Esprimiamo i nostri ringraziamenti a chi ha investito tempo e impegno per rispondere alle nostre domande, in certi casi anche con notevoli elaborazioni proprie, e invitiamo elettrici ed elettori a tenerne conto”, scrive Marco Tonti, presidente Arcigay Rimini e Forlì-Cesena “Alan Turing”.
Che commenta: “Tutte le risposte che abbiamo ricevuto si caratterizzano per una positività, anche se non sempre netta, rispetto alle domande che abbiamo posto”.
SANTARCANGELO
“Si segnala una notevole partecipazione della lista “PenSa Una mano per Santarcangelo” che con le candidature di Patrick WildAngela Garattoni Gioacchino Galassi hanno sostenuto pienamente le nostre domande. Piena e argomentata adesione anche da parte di Sara Andreazzoli per la lista “AttiVamente Santarcangelo” e di Alice Parma, candidata sindaca per il Partito Democratico”.
MISANO
“Piena e argomentata adesione da sia da parte di Fabrizio Piccioni della lista “Piccioni Sindaco” che da parte di Daniela Ruggeri per il Movimento 5 Stelle”.
SAN LEO
“Piena soddisfazione per le risposte e l’elaborazione del candidato Alessandro Tosarelli per la lista “SiAmo San Leo“. Anche il candidato Pietro Franesi per la lista “Cambiare San Leo” ha risposto positivamente pur solo con un laconico e generico post e senza ulteriore elaborazione. San Leo è il comune con la maggior percentuale di candidati sindaco che hanno risposto, 2 su 3″.
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO
“Piena soddisfazione per le risposte e l’elaborazione del candidato Daniele Morelli, unico ad aver risposto tra le liste candidate”.
POGGIO TORRIANA
“Ha risposto solo la candidata Monica Brigliadori per la lista “Poggio Torriana Adesso“. Pur con una generale positività sui nostri temi, si segnala che le risposte sulla legge regionale contro l’omofobia e al patrocinio al Summer Pride sono vaghe e rimandano a un previo consenso popolare non meglio definito”.
CESENA
“Ha risposto in modo estremamente positivo il candidato sindaco Luca Capacci per la lista “Fondamenta – cambiamo Cesena dal basso”, e anche Stefania Bondini candidata consigliera comunale per il Partito Democratico”.
FORLÌ
“Risposte molto positive e argomentate da parte di quattro candidati consiglieri e consigliere della lista “Giorgio Calderoni sindaco“:  Lodovico “Vico” Zanetti,Erica CanginiPietro Paglionico e Monica Fucchi”
Scroll Up