Home > LA LETTERA > Aries: “Riportare la statua di Giulio Cesare in piazza”

Aries: “Riportare la statua di Giulio Cesare in piazza”

Continua il dibattito sulla collocazione della statua di Giulio Cesare in Piazza Tre Martiri. Ora è la volta dell’associazione ARIES che ripropone la statua nella piazza

“Per favore, non trasformiamo il rientro della statua di Giulio Cesare entro le mura cittadine in una questione di livello nazionale .strumentalizzandola a fini ideologici o politici, in primo luogo perché in questo momento ci sono ben altri problemi cui dedicare tanta attenzione, ed in secondo luogo perché i cittadini riminesi, cui la statua appartiene, hanno tutto il diritto e la libertà -che non deve esser loro impedita- di chiedere e rivendicare il ritorno di quella Statua nella piazza in cui era fin dall’origine collocata. Non si tratta della battaglia personale dell’Avvocato Rossi, come sembra voler far intendere l’ANPI e certi articoli di stampa, ma della battaglia dell’Associazione ARIES (Associazione Ricerche Iconografiche e Storiche), iniziata sotto la presidenza del compianto Ammiraglio Aleardo Cingolani, condivisa spontaneamente da tanti cittadini riminesi, moltissimi dei quali appartenenti al mondo culturale, delle più diverse estrazioni politiche, accomunati da un intento che nulla ha di politico ma si ispira esclusivamente ad un sentimento civico, intriso di cultura, amore per le tradizioni e la Storia, assolutamente scevro da condizionamenti. Del resto, a suo tempo lo stesso sindaco Walter Ceccaroni, esponente di spicco del P.C. riminese, ne aveva vanamente richiesta la restituzione per collocarla a fianco dell’Arco d’Augusto e,
successivamente, la stessa Amministrazione comunale appena due anni or sono, prefigurava il rientro della Statua in piazza, come reso noto da un articolo del Resto del Carlino del 14 aprile del 2019 che così titolava: “Riporteremo Giulio Cesare in Piazza”, e così riportava: “ E’ nostra intenzione-assicurano da Palazzi Garampi- riappropriarci una volta per tutte della statua per ricollocarla in piazza”.
E’ comunque fuor di ogni dubbio che la Piazza è e rimarrà dedicata ai Tre Martiri che sacrificarono la loro vita per la libertà, ARIES non lo ha mai messo in discussione; ma al tempo stesso Rimini non può e non deve dimenticare le sue radici e la sua Storia, strettamente legata alla figura di Giulio Cesare che proprio in questa Piazza, e non altrove, arringò la sua XIII Legione. E quella incolpevole statua di pregevole fattura, uscita dalla prestigiosa fonderia Laganà, ne è una preziosa e non sostituibile testimonianza che non deve, non può e non vuole offendere nessuno, come d’altronde compreso e condiviso da gran parte del mondo culturale riminese e da tantissimi cittadini delle più diverse estrazioni politiche.”
Per associazione ARIES, il Segretario Avv. Rossi

Ultimi Articoli

Scroll Up