Home > Cronaca > Arriva l’eclissi di luna più lunga del secolo, dove vederla a Rimini

Arriva l’eclissi di luna più lunga del secolo, dove vederla a Rimini

Venerdì 27 luglio si verificherà un fenomeno epocale: l’eclissi lunare più lunga del XXI secolo. E non solo: il nostro satellite diventerà rosso, come il pianeta Marte che quella notte sarà in opposizione e visibile.

L’eclissi lunare totale si verifica quando Sole, Terra e Luna sono perfettamente allineati; la sua durata dipende dalla distanza tra il nostro pianeta e il suo satellite. A fine luglio 2018 la Luna si troverà vicina all’apogeo, cioè alla distanza massima dalla Terra (poco più di 400 mila km). I tempi del suo passaggio nel cono d’ombra terrestre, dunque, si allungheranno facendo durare l’intera fase dell’eclissi circa 103 minuti.

Ma dalle nostre parti potremo vedere questo spettacolo? Sì, perché l’eclissi sarà ben visibile da tutta l’Italia. La sera del 27 luglio, la Luna sarà piena e sorgerà poco prima delle 21, già “macchiata” dal cono d’ombra. L’eclissi sarà totale tra le 21.30 e le 23.13 con il suo culmine alle 22.22.

Il tutto visibile a occhio nudo, anche se lo spettacolo si potrà godere meglio nei punti meno illuminati e magari muniti di telescopio o di un buon binocolo. Anche perché quella notte tutto il firmamento è deciso a dare spettacolo: ci saranno anche tre pianeti – Venere, Giove e Saturno – visibili nel cielo, dove inoltre intorno alle 21.15 è previsto anche il passaggio della Stazione Spaziale internazionale. La fine dell’eclissi sarà all’1.30 del 28 luglio.

Ottimi punti di osservazione tutti quelli in posizione alta, sperando nel bel tempo che, secondo le previsioni attuali, non dovrebbe mancare. Quindi bene i parchi cittadini, ancora meglio le colline dell’entroterra specie se poco abitate, benissimo le alture della Valconca e Valmarecchia. Ma anche il mare aperto sarà una platea perfetta per godersi i movimenti del cosmo e la crociera notturna del 27 promette di essere indimenticabile.

Per la gran notte della “luna rossa” gli astrofili sono mobilitati. In particolare, l’Osservatorio Copernico di Saludecio “aprirà agli appassionati dalle ore 18:30 per dare la possibilità a tutti di prepararsi ad osservare il sorgere della Luna la misteriosa Luna Rossa. Gli Astrofili del Copernico metteranno a disposizione l’intera flotta di telescopi, per dare la possibilità di osservare l’evento, senza lunghe attese. Per chi vorrà cenare o fare uno spuntino, durante tutta la serata sarà attivo lo street food nel parcheggio all’interno della sede. Si consiglia un abbigliamento idoneo per la campagna”.

“A distanza di 15 anni, sempre nella notte del 27 luglio – spiegano all’Osservatorio – avremo il massimo avvicinamento di Marte alla Terra, solo 57,6 milioni di Km, quando le rispettive orbite si ritroveranno in “opposizione perielica”; distanza comunque incredibile per noi umani ma, se rapportata alle distanze interplanetarie, davvero minimale considerando che Marte quando si trova alla massima distanza raggiunge oltre 400 milioni di Km da noi. In termini di spettacolarità, sia per esperti osservatori che per quelli occasionali, sarà l’opportunità di poter scrutare alcuni dettagli della superficie del pianeta rosso come non capiterà più per molti anni. Unica differenza tra i due eventi, mentre l’eclissi totale di Luna avverrà solo ed esclusivamente quella sera, il pianeta Marte potremo ammirarlo con queste dimensioni ragguardevoli ancora per molte settimane dopo il massimo avvicinamento del 27 luglio, almeno fino alla fine di settembre. Due eventi davvero suggestivi e finalmente alla portata di tutti”.

Ultimi Articoli

Scroll Up