Home > Ultima ora sport > Asd Atletico Viserba: “Parco Don Tonino Bello è area migliore per la piscina comunale”

Asd Atletico Viserba: “Parco Don Tonino Bello è area migliore per la piscina comunale”

L’Associazione Sportiva Dilettantesca Atletico Viserba entra nel dibattito sulla realizzazione della nuova piscina comunale vedendo nell’area del parco Don Tonino Bello l’unico luogo capace di accoglierla in tempi brevi.

“Ben venga la piscina a Viserba, ben vengano infrastrutture sportive pubbliche a disposizione: lo sport e le sue infrastrutture per praticarlo sono un bene comune – dichiara l’associazione -. Salute e benessere si completano nello sport, la pratica sportiva è garantita dal sistema pubblico e tutta la sua filiera. Un impianto complesso e moderno per il nuoto e le eventuali attività riabilitative che si potranno fare per Viserba, come per ogni altra area urbana cittadina ovunque, è un miglioramento, sarà possibile usufruire della struttura pensata e costruita per la pratica sportiva, perché privarsene?”

Un vecchio detto riminese ricorda che entrare in un bosco di rovi non è tanto doloroso quanto uscirne. Ecco pensiamo anche ai prossimi anni che ci permetteranno di tornare ad una regolare vita quotidiana con la possibilità di praticare tutti gli sport a Viserba, ora che anche la piscina viene annunciata”.

“Tennis, calcio, pattinaggio, pallavolo, basket e nuoto in impianti pubblici a disposizione della cittadinanza: perché privarsene?
Il progetto presentato dal Comune, e condiviso dalle associazioni sportive, nell’area del parco Don Tonino Bello è l’unico a nostro avviso che possa in tempi rapidi e certi dare una risposta concreta ad fabbisogno non più rimandabile.
Come Associazione Sportiva Dilettantesca, l’Atletico Viserba che svolge le attività sportive grazie ad una concessione d’uso di un bene pubblico, lo Stadio di Viserba, riconosciamo il grande valore per Viserba dell’annunciata piscina e ci auguriamo di vedere nascere questa importante opera pubblica per la pratica sportiva il prima possibile”, conclude.

Scroll Up