Home > Cronaca > Auto in panne a Rimini Sud e lui pesta la compagna, salvata dalla Polstrada

Auto in panne a Rimini Sud e lui pesta la compagna, salvata dalla Polstrada

La Polizia di Stato di Forlì ha arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate un 31enne, che aveva appena aggredito la compagna lungo la corsia di emergenza dell’autostrada A/14, nei pressi dello svincolo di Rimini Sud.

E’ successo la notte di alcuni giorni fa, quando una donna 32enne ha chiamato la Centrale Operativa Autostradale di Bologna con voce tremante, dicendo di essere rimasta in panne e di essere stata aggredita dal compagno con cui stava viaggiando.

Una pattuglia della Sottosezione di Forlì si è precipitata sul posto per mettere fine alla violenza e per evitare che la situazione degenerasse, visto che tutto stava accadendo al buio e in corsia di emergenza.

Non appena i poliziotti sono arrivati, la donna è corsa verso di loro in lacrime per chiedere aiuto, perché l’uomo continuava ad essere agitato e, in preda all’aggressività, aveva anche gettato nella scarpata i bagagli di lei. La pattuglia, dopo aver separato i due e riportato la calma, ha notato subito i segni dell’aggressione subita dalla donna: lividi su gambe, volto e labbra, escoriazioni sulle braccia ed anche un taglio all’altezza del torace.

Mentre l’uomo, sorpreso in possesso di un coltello con una lama di 10 centimetri subito sequestrato, veniva portato in caserma per approfondire gli accertamenti, il 118 si prendeva cura della donna trasportandola all’ospedale di Rimini, accompagnata da un’altra pattuglia che non l’ha mai lasciata sola.

Grazie alle dichiarazioni della donna, gli investigatori hanno ricostruito uno scenario di vessazioni e aggressioni fisiche che andava avanti da alcuni mesi. La donna, originaria dell’Abruzzo, e aveva già subito altre aggressioni e umiliazioni da quell’uomo con cui conviveva, ma non aveva mai segnalato gli episodi né si era fatta medicare.

L’ultimo episodio di violenza si era verificato poco prima dell’intervento della pattuglia in autostrada, in un hotel del riminese dove la coppia soggiornava per lavoro. Mentre la donna stava raccogliendo una bottiglia di vino che l’uomo aveva fatto cadere, lui si sarebbe scagliato con violenza verso di lei, colpendola con calci alle caviglie e provocandole con un frammento di vetro quella ferita su torace subito notata dai poliziotti appena intervenuti.

Lei, per fortuna, se l’è cavata con pochi giorni di prognosi mentre per il 31enne, arrestato per maltrattamenti e lesioni aggravate, è stata disposta dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Rimini la custodia cautelare in carcere, che lui sta scontando presso la locale Casa Circondariale.

Ultimi Articoli

Scroll Up