Home > Cronaca > Auto vandalizzate all’Infermi, i Carabinieri rilevano due furti. Cisl: “Attacco mirato”

Auto vandalizzate all’Infermi, i Carabinieri rilevano due furti. Cisl: “Attacco mirato”

Nella giornata di ieri aveva fatto scalpore la notizia degli atti vandalici ai danni di numerose autovetture parcheggiate nelle vicinanze dell’Ospedale Infermi di Rimini. Vetri e finestrini sfondati e molti dei mezzi appartengono a infermieri e medici in servizio notturno tra sabato e domenica.
Sul caso indagano i Carabinieri che tramite la visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza della zona hanno appurato che i balordi cercavano monetine o oggetti di valore nei cruscotti delle auto posteggiate. In tutto sono stati infranti i finestrini di almeno una trentina di vetture.
Secondo i carabinieri di Rimini i ladri, forse due, hanno colpito un po’ a caso, velocemente, alla ricerca di qualche euro. Una penna di marca e pochi spiccioli, il valore complessivo del bottino in base anche alle denunce presentate ai militari, che escludono al momento si sia trattato di un atto vandalico mirato nei confronti del personale sanitario.
Tra i proprietari delle auto vi sono infermieri ma anche familiari di pazienti e residenti nelle vicinanze.
Di un avviso completamente diverso è Cisl Fp che attacca ribaltando la versione dei Carabinieri. “Non è stato rilevato alcun furto ed è ovvio che si tratti di un attacco mirato a colpire il personale sanitario”. Il sindacato chiede a proposito che siano implementati i posti auto e aumentata la sicurezza con l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza. “E in più che si amplino le coperture assicurative contro gli atti vandalici per tutelare il personale sanitario“.
Scroll Up