Home > Ultima ora cronaca > Avvocatessa cerca di truffare assicurazione

Avvocatessa cerca di truffare assicurazione

Una avvocatessa non si è limitata ad assistere la propria cliente in una causa con l’assicurazione per un incidente ma ha pensato di contribuire attivamente alla documentazione medica. L’assicurazione capisce che vi è qualcosa che non quadra quando si vede arrivare il certificato medico che descriveva le lesioni riportate durante l’incidente.

Al perito dell’assicurazione non risultava nessun danno fisico causato dall’incidente stradale e quel certificato avrebbe fatto lievitare il risarcimento del danno in maniera importante. Per questa ragione viene sporta denuncia in Procura della Repubblica. Il PM Luca Bertuzzi affida le indagini ai Carabinieri. Non ci vuole tanto tempo per scoprire che il certificato allegato al fascicolo è falso. E’ stato sufficiente un controllo con il medico che lo avrebbe firmato per scoprire che la firma su quel certificato non era del medico e pertanto il certificato era un clamoroso falso.

Per gli inquirenti ora si trattava di capire chi fosse l’autore del falso. L’avvocatessa, interrogata dai Carabinieri, risponde che il certificato medico gli è stato consegnato dalla sua cliente  e per quanto ne sa lei il certificato risulta vero. Il giallo non è ancora risolto. Quando i Carabinieri chiedono conto del certificato alla presunta ferita nell’incidente, la donna racconta che è stato il suo avvocato a chiedere di confermare la versione del certificato medico e che non era stata lei a scrivere il falso certificato.

Per il pubblico ministero non ci sono dubbi sulla colpevolezza dell’avvocato ed ha chiesto il rinvio a giudizio con l’accusa di truffa, falsificazione di certificato medico, e anche di calunnia nei confronti della cliente che il legale aveva incolpato di avere ‘fabbricato’ il certificato del medico.

 

Scroll Up