Home > Ultima ora Attualità > Barafonda: via Carlo Zavagli sarà riaperta prima del previsto, Confcommercio polemica

Barafonda: via Carlo Zavagli sarà riaperta prima del previsto, Confcommercio polemica

RFI fa sapere che i lavori l’esecuzione dei lavori di sostituzione impalcato ferroviario della linea Bologna – Rimini sovrastante via Carlo Zavagli a San Giuliano Mare, stanno procedendo più rapidamente del previsto. Iniziati il 17 luglio scorso, dovrebbero concludersi fra domani sera la mattina di venerdì 20 luglio.

La fine dell’intervento era stata inizialmente prevista per il 25 luglio, con la conseguente chiusura della via.

Via Carlo Zavagli potrà essere così riaperta al traffico, sia veicolare che pedonale, nel tratto fra i due ponti ferroviari e la circolazione nella Barafonda potrà ritornare normale. istituito il divieto di transito veicolare e pedonale nel tratto sottostante i due ponti ferroviari fino a fine lavori previsti entro mercoledì 25 luglio.

Proprio oggi Confcommercio aveva diffuso un comunicato dai toni accesi riguardo la chiusura della strada:

“San Giuliano Mare isolata senza preavviso e senza informazioni. I lavori al ponte ferroviario di via Carlo Zavagli, uno degli unici due punti di accesso al quartiere, hanno messo in ginocchio le attività economiche della zona, che di punto in bianco si sono ritrovate isolate dal resto della città”.

E ancora:  “Clamoroso che nessuno abbia informato subito né i privati cittadini, né le attività e le categorie economiche per la chiusura al traffico veicolare e pedonale di via Carlo Zavagli – dice Gianni Indino, presidente di Confcommercio della provincia di Rimini -. Numerosissime le segnalazioni che ci sono pervenute dagli imprenditori turistici della zona per lamentare il fatto già da lunedì mattina. Il comunicato stampa diramato dal Comune a mezzogiorno di martedì 17 luglio, più di 24 ore dopo il blocco del traffico, informa della chiusura del collegamento al quartiere prevista fino mercoledì 25 luglio. Possibile che con tutta la stagione invernale a disposizione, si debba tagliare fuori un quartiere turistico a metà luglio? E anche se si trattasse di un intervento urgente e improrogabile, non è pensabile che nessuno abbia avvisato per tempo e in modo adeguato cittadini, turisti e attività economiche. Quel che sconcerta maggiormente, è l’assenza di segnaletica e di personale della polizia municipale che proponga percorsi alternativi ai già difficili collegamenti tra San Giuliano Mare e il resto della città. Segnaletica apposta in modo parziale solo questa mattina (mercoledì 18), con fortissimo ritardo, e ancora incompleta per raggiungere viale Carlo Zavagli da via Ennio Coletti. Le attività economiche e turistiche non ci stanno a perdere tempo e fatturato, in preda a un grave disservizio che poteva essere evitato o quantomeno adeguatamente comunicato e gestito”.

Ultimi Articoli

Scroll Up