Home > Ultima ora sport > Basket, Rimini batte Cesena 79-75

Basket, Rimini batte Cesena 79-75

Rimini batte in casa un bel Cesena mai domo nel match della Supercoppa Centenario. Partita combattuta che a un certo punto RBR sembrava aver saldamente in pugno, mentre il finale non ha risparmiato qualche brivido ai 200 del Palaflaminio.

Sugli scudi Nicholas Crow, 25 punti per lui e prestazione galattica; in doppia cifra anche Simoncelli (13), Mladenov (12), Rinaldi e Broglia (10). Fra i Tigers, Dell’agnello ne fa 16, Terenzi 14, Trapani, Marini e Dagnello 11 ciascuno.

Primo quarto equilibrato, con Cesena che però conduce le danze sul punto a punto. Dell’agnello e Trapani i più prolifici dei Tigers, ma è Dagnello la vera spina nel fianco per Rimini. Che a sua volta risponde però con Rinaldi, e soprattutto Mladenov. Si chiude sul 13-16 per i cesenati.

Al cambio di campo la musica è un’altra soprattutto dopo l’ingresso di Crow, mentre Mladenov continua a martellare. Rimini si stacca grazie alle loro bombe e mette a segno un parziale di 19 a 10 a 4′ dalla fine. Cesena non ci sta e si rifà sotto, sempre con un Dell’agnello infallibile anche dalla lunetta. Rimini, molto fallosa, va però ancora avanti con Broglia, Crow e poi Rinaldi ai liberi: + 8 a -1’53”. Rinaldi tocca poi quota 40 prendendo il suo rimbalzo. Chiappelli accorcia con un libero e a metà gara il tabellone segna 40-33. Fin qui Rimini ha realizzato al 48.4%, Cesena 43,8%. Bernardi non ha ancora utilizzato i due Rossi e Riva, mentre Di Loremzo ha impiegato praticamente tutto l’organico lasciando in panchina solo Tedeschi.

Pronti via e Cesena riapre subito il match con due centri di Marini e due liberi di Dell’agnello. Simoncelli interrompe però la serie dei Tigers e poi arriva Crow da 3 e ancora da 2.  Sul 50-39 a 4’13” Di Lorenzo chiama il time out. Marini realizza ma è ancora Crow a rispondere, imitato subito dopo da Mladenov su assist di Rivali. Adesso è Cesena a essere costretta ai falli, tuttavia Dagnello mette a segno la bomba. Ma Crow segna ancora. Trapani realizza e Crow punisce dalla lunetta. Dopo il nuovo centro di Trapani, a Nicholas non riesce il tiro da 3 e si chiude sul 58-48. Percentuali leggermente peggiorate ma RBR continua a fare meglio dei Tigers: 47,8% contro 41,7%.

Si ricomincia ancora con Trapani scatenato e con Crow che gli risponde dalla lunetta. Poi Simoncelli centra la bomba e Ambrosin ci mette due liberi. Ancora Trapani incontenibile e questa volta ci pensano Mladenov e Terenzi, da tre e poi dall’area. Rimini ora è meno precisa e più fallosa, Cesena si riporta sotto con due liberi di Dell’Agnello. A 4′ dalla sirena Rimini perde palla e Rinaldi è costretto al fallo. Ma Marini segna un solo libero e Broglia gli risponde da 3 su assist di Simoncelli. Fa centro però dalla distanza anche Battisti. Rinaldi va a prendersi il fallo di Marini ma sbaglia entrambi i liberi. E’ poi Broglia che deve bloccare Terenzi fallosamente, che invece non perdona. E Terenzi va di nuovo in lunetta, questa volta per il fallo di Mladenov. 71-68 a 2’02” dalla fine. Rivali però ci mette una pezza e Moffa subisce fallo; ne segna uno. Terenzi bombarda da 3, 74-71 a -0’49”. Simoncelli realizza un libero, Marini fa centro dall’area, Broglia risponde ma Terenzi porta Cesena a -2 dopo una palla persa di Rivali. Fallo di Battisti su Simoncelli, mancano 12 secondi. Simoncelli non sbaglia mentre Terenzi non ce la fa da 3. Finisce 79-75 per i padroni di casa.

 

 

Scroll Up