Home > Ultima ora politica > Bellaria approva il bilancio, la maggioranza: “Investimenti senza aumentare tasse”

Bellaria approva il bilancio, la maggioranza: “Investimenti senza aumentare tasse”

Il Consiglio Comunale di Bellaria-Igea Marina ha approvato ieri le diverse delibere (circa una quindicina) che compongono il bilancio di previsione 2019.

Sul fronte tributario, nonostante la Legge di bilancio abbia ripristinato per gli enti locali la facoltà di aumentare le aliquote, il Comune di Bellaria Igea Marina ha scelto di riconfermare le tariffe 2018 per Imu, Tasi e Addizionale Irpef; aliquote che a loro volta, un anno fa, erano rimaste invariate per legge rispetto al 2017. Confermata anche la scelta di non applicare la Tassa di soggiorno.

Sul fronte della Tari, il costo complessivo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, da mettere a copertura integrale per l’anno 2019, è pari a 6.756.000 euro; un costo per gran parte determinato da quanto stabilito dal gestore (Hera S.p.a.) nell’annuale Piano Economico Finanziario (PEF), che sarà ripartito tra il 36 % di utenze domestiche di Bellaria Igea Marina ed il suo 64 % di utenze non domestiche. Per quanto riguarda le utenze domestiche, ancor più che in passato nella definizione dei singoli costi la quota variabile (ossia il numero di componenti) avrà un peso superiore rispetto alla quota fissa (ossia i metri quadri).

Nel complesso, il bilancio 2019 del Comune di Bellaria Igea Marina ammonta a complessivi 62.000.000 euro circa, di cui 25.400.000 di spesa corrente e circa 10.000.000 euro di investimenti, 1.100.000 dei quali legati all’esercizio finanziario 2018.

Tra gli altri provvedimenti definiti ieri, la scadenza dei pagamenti per l’imposta sulla pubblicità, che è stata portata al 31 gennaio di ogni anno allineandola a quella di molti altri Comuni; infine, restano invariati sia i compensi per i componenti della Giunta (Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio), sia il gettone di presenza per i consiglieri comunali, pari a 21,32 euro lordi a seduta.

Soddisfatti i gruppi di maggioranza (Obiettivo comune per Bellaria Igea Marina – Forza Italia- UDC – Energie per L’Italia) che commentano:

“L’approvazione del bilancio rappresenta uno dei principali atti politico-amministrativi di un governo cittadino, che determina le azioni dell’Ente per l’intero anno e non solo. La condivisione di questo percorso segna l’adesione o meno all’indirizzo strategico che la maggioranza intende seguire per l’anno in corso, sia in termini di investimenti che sul fronte delle scelte legate ai singoli capitoli di spesa”.

“Il previsionale approvato ieri è coerente e consolida il percorso avviato nel 2009, portando il complesso della voce investimenti generatisi in queste due legislature a quasi 70 milioni di euro; una somma ragguardevole, in una fase storica che ha visto la contrazione fortissima dei trasferimenti erariali ai comuni, oltre che il passaggio in una fase congiunturale sotto il profilo economico finanziario sicuramente delicata. Numeri che certificano quella crescita strutturale e infrastrutturale del territorio di tutta evidenza per la nostra comunità”.

“Una programmazione oculata di interventi inseriti in un piano poliennale, articolata in interventi propri ed in opere di natura compartecipata, che si accompagna a una pressione fiscale su cittadini e aziende che l’Amministrazione ha mantenuto invariata anche per il 2019”.

“La sottolineatura politica è quella di aver programmato un bilancio 2019 che copre l’intero anno di gestione al di là della tornata elettorale della prossima primavera; un’antitesi rispetto al 2009, quando la nuova giunta per la continuazione dei servizi a domanda individuale e per la collettività, dovette stanziare circa 850.000 euro non previsti in precedenza dalla giunta uscente”.

“Prendendo atto della nota integrativa dei sindaci revisori, più e più volte tirati per la giacca dai membri dell’opposizione nell’ultimo anno, si evince il quadro di un bilancio “conforme, solido e veritiero” in linea con le aspettative programmatiche di questa amministrazione e coerente con gli obiettivi di mandato”.

“La strategia complessiva certifica una città che cresce e che smentisce l’idea di realtà spenta e abbandonata fornita con poco successo dai suoi detrattori; il fine ultimo è quello di indicare ai cittadini un percorso che continua e sul quale si fonda una rinnovata prospettiva di governo per le prossime sfide che attendono le forze politiche di questa maggioranza”.

Scroll Up