Home > Ultima ora cronaca > Bellaria: botte e rapina alla convivente, uomo già in carcere per droga

Bellaria: botte e rapina alla convivente, uomo già in carcere per droga

Nel pomeriggio dell’11 febbraio 2019 i Carabinieri della Stazione di Bellaria Igea Marina hanno tratto in arresto, P.A., 59 anni, del luogo, in esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Rimini, poiché responsabile dei delitti di rapina, lesioni e danneggiamento.

Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Rimini su richiesta della locale Procura della Repubblica che ha concordato con le risultanze info-investigative prodotte dai militari della Stazione di Bellaria Igea Marina, scaturisce dal perdurare di una serie di violenze, morali e fisiche, poste in essere dall’uomo nei confronti della giovane convivente che, al termine dell’ennesimo litigio, temendo per la propria incolumità, ha deciso di chiamare i Carabinieri.

L’uomo, dopo averla colpita al volto, le strappava la borsa per poi asportarle il telefono cellulare danneggiandolo in modo da renderlo inservibile.

I Carabinieri della Stazione di Bellaria lo hanno trovato alla Casa Circondariale di Forlì nella quale è detenuto seguito una condanna per droga; rimarrà rinchiuso nello stesso carcere.

Quello in disamina è l’ennesimo episodio di violenza domestica, una situazione gravissima che i Carabinieri sono riusciti ad affrontare grazie anche alla volontà della vittima di rivolgersi alle forze dell’ordine e di denunciare. Si tratta, purtroppo, di un fenomeno drammatico che si può contrastare solo con un lavoro quotidiano condiviso e diversificato in cui assume un ruolo fondamentale la fiducia delle vittime verso le istituzioni e quanti operano per la loro tutela, in primis forze dell’ordine ed Autorità Giudiziaria. L’Arma dei Carabinieri impiegherà ogni risorsa per affrontare con professionalità e competenza lo specifico fenomeno.

Scroll Up