Home > Ultima ora Attualità > Bellaria. Il Comune taglia i costi per gli alunni che hanno necessità di un orario scolastico più lungo

Bellaria. Il Comune taglia i costi per gli alunni che hanno necessità di un orario scolastico più lungo

Il Comune di Bellaria Igea Marina informa di adottato una delibera con “gli indirizzi in merito al cosiddetto “servizio pre/post”: si tratta dell’assistenza scolastica per gli alunni delle scuole dell’infanzia e primarie che, per motivate esigenze, abbiano necessità di entrare a scuola prima dell’inizio delle lezioni e/o necessitino di trattenersi negli istituti dopo la fine delle stesse.

La definizione dei nuovi indirizzi si è resa necessaria a seguito delle mutate condizioni di servizio degli Istituti Comprensivi, che si sono fatti carico negli scorsi anni della gestione degli alunni “anticipatari” e ritardatari”, ma anche alla luce del possibile aumento delle richieste.

Convinta della funzione socio-educativa del “pre/post” e consapevole delle esigenze di lavoro che prioritariamente muovono i genitori richiedenti, l’Amministrazione Comunale si è impegnata per coprire i costi e garantire la continuità del servizio, mettendolo a disposizione delle famiglie con una minima compartecipazione economica: 20 euro mensili per l’entrata anticipata o l’uscita posticipata e 35 euro mensili per beneficiare di entrambi, tariffa dimezzata dal secondo figlio in poi ed esenzioni per i nuclei più in difficoltà. Un costo in linea con i principali servizi a domanda individuale come il trasporto scolastico e che consentirà agli aventi diritto di rispettare i propri obblighi lavorativi affidando i figli a personale titolato e qualificato, già individuato ed incaricato dall’Amministrazione Comunale.

Si ricorda che il servizio è rivolto esclusivamente alle famiglie che ne comprovino la reale necessità e si svolgerà dal lunedì al sabato, nelle giornate previste dal calendario scolastico. L’attivazione dello stesso è inoltre vincolata al raggiungimento (entro e non oltre la data del 30 settembre) di un numero minimo di otto bambini per plesso e per la medesima fascia oraria di entrata e di uscita.”

Scroll Up