Home > Ultima ora economia e lavoro > Bellaria: dal Comune contributi per i commercianti di vicinato e i piccoli artigiani

Bellaria: dal Comune contributi per i commercianti di vicinato e i piccoli artigiani

Il Comune di Bellaria Igea Marina, in un ottica di sostegno al tessuto commerciale, di decoro, riqualificazione e valorizzazione del territorio, ha definito un nuovo bando per l’erogazione di contributi all’imprenditoria: il documento, che è consultabile integralmente sul sito comunale, scadrà il prossimo 11 gennaio. Il bando disciplinerà lo stanziamento di un fondo, portato dall’Amministrazione a 20.000 euro, espressamente destinato alle imprese che esercitino attività commerciale o artigianale e di vicinato sul territorio comunale, comprese le attività stagionali con apertura almeno semestrale.

 

Questo bando rappresenta una mano tesa nei confronti del nostro commercio e dei nostri esercenti, i quali potranno singolarmente accedere a contributi fino a 3.000 euro”, spiega il Sindaco Filippo Giorgetti. “Il tema chiave di questa iniziativa”, continua, “è la riqualificazione, con un’attenzione particolare verso chi, nel prossimo semestre, interverrà in vista della stagione turistica, ma vorrei sottolineare come anche gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, volti a favorire una comunità sempre più inclusiva, rientrino tra gli investimenti ammissibili a contributo. Questo bando”, ricorda il primo cittadino, “integra le altre attività di sostegno al commercio messe in atto dal nostro Comune, come il sistema di contributi all’imprenditoria giovanile. Entro l’anno approveremo inoltre un regolamento che prevederà agevolazioni per le iniziative volte alla riapertura o all’ampliamento degli esercizi commerciali, artigianali o turistici; agevolazioni che si concretizzeranno nell’erogazione di un contributo sui tributi comunali dovuti nell’anno di riapertura o ampliamento e per i tre anni successivi.”

 

Tornando al bando ora in pubblicazione, tra le altre tipologie di intervento ammissibili a contributo, si segnalano il restyling delle facciate, la sistemazione delle vetrine, delle vetrate e delle serrande, il potenziamento dell’illuminazione delle vetrine o della facciata dell’esercizio e delle insegne, la tinteggiatura delle facciate, il rifacimento degli ingressi o il loro adeguamento al contesto architettonico dei luoghi. Importante infine sottolineare che potranno essere ammesse a contributo le spese effettuate fino a sei mesi prima della pubblicazione del bando (quindi dopo il 10 giugno 2019) e per sei mesi successivi alla sua scadenza (quindi fino all’11 luglio 2020).

Scroll Up