Home > Cronaca > Bianca, professione influencer: “Occorrono carisma e lavorare sodo”

Bianca, professione influencer: “Occorrono carisma e lavorare sodo”

A Rimini, domani sabato 24 novembre, andrà in scena l’inaugurazione del primo punto vendita Smoll, che offre prodotti di bellezza, di igiene per la casa e per la cura della persona. Saranno presenti all’evento due beauty personal shopper: Giulia Tassini e Bianca Piatti, 28 anni da Urbino. Proprio a lei abbiamo chiesto chi è una beauty personal shopper e come mai ha deciso di vestire questi panni.

Bianca, chi è esattamente una beauty personal shopper?

«Una Beauty Personal Shopper offre un servizio di consulenza e personal shopping, dedicato a chi desidera curare la propria bellezza, attraverso la scelta dei migliori prodotti di Make Up e Skincare».

Quando hai iniziato questa attività?

«Amo da sempre tutto ciò che riguarda il beauty. Fin da piccola mi interessavo a riviste di settore e, con l’avvento di YouTube e delle video-recensioni, ho coltivato ancora di più questo interesse.
Da qualche mese, la mia passione sta piano piano tramutandosi in un lavoro e la cosa è avvenuta in modo del tutto naturale. Posto quotidianamente contenuti e rispondo a tutti i messaggi: credo che la costanza e l’essere presenti, sempre, sia fondamentale per aprirsi un piccolo spazio in questo mondo pieno di “influencer”».

Quante ne esistono in Italia?

«Credo che in Italia sia una figura molto presente e ricercata».

Si può costruire una carriera duratura in questo ambito?

«Il fascino di essere un influencer è innegabile: ti rivolgi al tuo “pubblico” facendo quello che ami e, a volte, riesci anche a trasformare la passione in un lavoro. Personalmente mi concentro quasi esclusivamente sulla creazione di contenuti di alta qualità, per creare valore intorno al mio nome, piuttosto che sfruttare tutto questo per “fare carriera”. Credo, però, che i social siano uno strumento molto potente per poterlo fare».

Influencer si nasce o si diventa, secondo te?

«Credo che l’essere carismatici sia una dote innata. Per diventare influencer su Instagram bisogna lavorare sodo, perché il mondo digital richiede costanza e grande impegno e l’obiettivo principale è quello di fidelizzare il proprio pubblico: per essere “influente”, devi trasformarti in un punto di riferimento per chi ti segue».

Sei molto seguita sui social?

«Curo molto il mio profilo Instagram. Oggi, sono seguita da oltre 7000 persone e tutto questo rappresenta una grande soddisfazione per me, visto che da mesi lavoro costantemente per raccontare quante più cose di me e di ciò che amo, in modo spontaneo, ma con grande attenzione ai dettagli».

Sarai presente sabato insieme ad una tua collega Giulia Tassini per l inaugurazione del primo punto vendita Smoll a Rimini.  Tu e Giulia darete consigli di shopping ai riminesi?

«Per tutti coloro che passeranno in negozio, ci saranno tantissimi omaggi, buoni sconto, sorprese per bambini, la fantastica shopping bag di Smoll in regalo con ogni acquisto, insomma, sorprese per tutti!
Io e Giulia saremo a disposizione per la clientela di Smoll, con i nostri consigli sui migliori prodotti di Make Up e Skincare e come utilizzarli nel migliore dei modi, per una perfetta Beauty Routine».

Stai lavorando a qualche altro progetto?

«Sì, ho molti progetti per il periodo natalizio e spero che il 2019 mi porti tanta fortuna».

Nicola Luccarelli

Scroll Up